• Stampa
  • a a a

Lotta alle neofite invasive

CHE COS'È?

È una specie vegetale introdotta in Europa dopo il 1492. È invasiva se in grado di colonizzare rapidamente e formare popolazioni estese, soppiantando le specie indigene. Può rappresentare una minaccia per la salute dell’uomo e la biodiversità, e causare danni economici e alle infrastrutture.

QUANDO COLPISCE

La neofita invasiva si trova nei boschi, principalmente nelle zone calde situate a bassa altitudine e in prossimità degli insediamenti abitati. Nella maggior parte dei casi si tratta di piante introdotte deliberatamente in parchi e giardini e che poi finiscono per inselvatichirsi.

QUALI PRECAUZIONI

Strappare la pianta invasiva senza toccarla; preferire giornate uggiose e portare abiti, guanti e occhiali di protezione; prima del taglio eliminare le infiorescenze per evitare il disperdersi dei semi; coprire i corsi d’acqua con reti; effettuare una pulizia minuziosa dei macchinari alla fine lavori.

COME COMBATTERLE

Per combattere e indebolire queste specie si effettuano sfalci regolari o, a volte, sradicamenti. Scarti vegetali lasciati sul luogo al momento del taglio meccanico favoriscono l’espansione delle piante in grado di riprodursi per via vegetativa; assicurarsi che lo smaltimento sia fatto in sicurezza.

Per informazioni e segnalazioni contattare il sig. Claudio Schraemmli allo +41 79 701 49 42

Ultima modifica 19 maggio 2015

Google Maps