• Stampa
  • a a a

Pian Scairolo

Il Comparto del Pian Scairolo è un territorio di ben oltre un milione di metri quadrati che coinvolge i Comuni di Collina d'Oro, Grancia e Lugano. Negli ultimi decenni è stato interessato da uno sviluppo marcato di insediamenti a carattere artigianale, commerciale, industriale e terziario.

Il Pian Scairolo rappresenta un'area a grande potenziale per lo sviluppo economico dell'Agglomerato urbano del Luganese. È precisa volontà dei Comuni interessati e dell'Autorità cantonale di procedere ad una riqualifica complessiva di questo territorio.

L'approccio urbanistico generale scelto dalla Commissione intercomunale per la pianificazione del Pian Scairolo (CIPPS) si basa su una duplice prospettiva di intervento, premessa per uno sviluppo territoriale coordinato: da una parte di riqualifica delle componenti residenziali-abitative e dall'altra di identificazione delle modalità di ordinamento territoriale-urbanistico più confacenti per una zona commerciale, che nel contempo non comprometta le funzioni residenziali più sensibili, oggi fortemente penalizzate.

ELEMENTI DEL CONCETTO URBANISTICO

La facile integrazione alla rete di trasposto pubblico, la vicinanza dell'autostrada, l’esistenza di un grande parcheggio Park&Ride evidenziano in modo molto chiaro una vocazione ad uso pubblico di questi terreni posti all’estremità nord del Pian Scairolo non lontana dall'uscita autostradale Lugano Sud. Il progetto propone perciò la creazione di un "comparto degli eventi" che si attesta in maniera chiara come porta di entrata alla Città di Lugano e come elemento caratterizzante del futuro Pian Scairolo.

Per qualificare il "comparto degli eventi" sono utilizzati specifici elementi architettonici e urbanistici indispensabili a qualificare la porta sud della Città. Partendo da queste premesse prendono vita la nuova roggia e il grande parco urbano. Gli elementi caratterizzanti sono lo specchio d’acqua artificiale, la piazza, la pensilina, la torre e i padiglioni polifunzionali.

Ultima modifica 05 maggio 2015

Google Maps