• Stampa
  • a a a

Nuovo Quartiere di Cornaredo

LO SVILUPPO URBANISTICO

Nella periferia nord di Lugano trova sbocco, a partire da luglio 2012, una nuova strada in galleria, che collega il centro urbano con l'autostrada. Con la realizzazione della Galleria Vedeggio-Cassarate, lunga quasi 3 km, sono previsti altri interventi per la gestione della mobilità, tra cui un grande nodo intermodale con posteggi per pendolari.
Insieme alle esigenze della mobilità, le autorità sono attente anche allo sviluppo urbanistico del territorio: la realizzazione del Piano dei trasporti viene infatti considerata un'opportunità per lo sviluppo e la riqualifica delle aree periferiche.

UNA NUOVA VIA DI ACCESSO A LUGANO

Grazie alla Galleria Vedeggio-Cassarate, la direttrice lungo il fiume Cassarate diventa un'alternativa effettiva ad altri collegamenti con l'autostrada o, in generale, con il sud e il nord del polo (svincolo di Lugano Sud e accesso da Pambio e Paradiso, rispettivamente svincolo di Lugano nord e accesso da Besso o da Massagno). Con la riorganizzazione viaria si cerca di ripartire diversamente il traffico sulle tre direttrici, dando alla via lungo il Cassarate il ruolo di asse di penetrazione preminente, tale da assorbire almeno il 50% del traffico proveniente dalla Galleria. L'apertura della Galleria spalanca quindi nuove prospettive per lo sviluppo di Cornaredo, uno dei quartieri della periferia. 

LA RIQUALIFICA DELLA ZONA NORD DELLA CITTÀ

Il Nuovo Quartiere Cornaredo (NQC), che si estende su circa 1 milione di mq, è a tutti gli effetti la nuova "porta di accesso" al polo urbano, risolvendo nel contempo importanti esigenze funzionali relazionate al nuovo collegamento viario, quali strutture intermodali e posteggi per pendolari.
L'NQC diventa quindi città, paesaggio, infrastruttura e luogo pubblico. Si apre come un vero e proprio "nuovo paesaggio" mantenendo in equilibrio la dimensione costruita con quella naturale. Equilibrio che ha sempre caratterizzato la lezione più grande delle città storiche.

IL CONCORSO INTERNAZIONALE

Per identificare soluzioni urbanistiche che sappiano integrare, in maniera economicamente attrattiva, aspettative formali con questi vincoli funzionali, la Città di Lugano, insieme ai Comuni di Porza e Canobbio e al Dipartimento del Territorio, lancia nel 2003 un concorso internazionale di urbanistica, per raccogliere e catalizzare idee e soluzioni innovative per affrontare questa sfida.

Nell'ottobre del 2004 una giuria internazionale di esperti premia, scegliendo tra 14 progetti presentati, il lavoro di un gruppo interdisciplinare capeggiato dal prof. Federico Oliva di Milano, incaricato di realizzare il Masterplan (2006) per il Nuovo Quartiere Cornaredo. Nel giugno 2010 viene approvato il Piano regolatore intercomunale, la cui attuazione è delegata all'Agenzia NQC operativa dal 2012.
 

Ultima modifica 05 maggio 2015

Google Maps