• Stampa
  • a a a

Rete tram-treno del Luganese

È uno dei progetti più importanti
del Programma d'Agglomerato del Luganese

Il progetto della Rete tram-treno del Luganese si inserisce nell'ambito del Piano dei trasporti del Luganese (PTL) e costituisce uno dei progetti più importanti del Programma d'agglomerato del Luganese (PAL). 

SITUAZIONE GENERALE

Il concetto generale della Rete tram-treno del Luganese costituisce lo scenario di riferimento per lo sviluppo a lungo termine del trasporto pubblico nell'Agglomerato.

La Rete tram-treno del Luganese sarà quindi sviluppata in modo coordinato con le altre misure previste dal PTL, in particolare con i nodi intermodali di Molinazzo, di Cornaredo e delle Fornaci e con le riorganizzazioni del servizio di trasporto pubblico su gomma urbani e regionali. La Rete tram-treno del Luganese è un progetto che contribuisce in modo sostanziale alla concretizzazione del concetto di organizzazione territoriale dell’Agglomerato luganese e si integra perfettamente nelle  linee dello sviluppo territoriale cantonale come descritte nel Piano direttore. Valorizza i ruoli complementari della Valle del Vedeggio e di quella del Cassarate, mette in relazione le aree strategiche dell’Agglomerato tra di loro e con l’esterno (centro Città, Stazione FFS, il Piano del Vedeggio, Basso Malcantone, Quartiere Cornaredo, Pian Scairolo) e rafforza il ruolo centrale della Città all’interno dell'Agglomerato.  

COLLEGAMENTI PREVISTI DALLA RETE TRAM-TRENO

  • Bioggio-Lugano centro (collegamento diretto, perlopiù in galleria)
  • Molinazzo-Manno (e successivamente fino alla Stazione FFS di Lamone)
  • Lugano centro-Campo Marzio-Cornaredo e Nuovo Quartiere Cornaredo
  • Lugano-Paradiso-Fornaci-Pian Scairolo

TRACCIATO DELLA TAPPA PRIORITARIA

La prima tappa (o tappa prioritaria) è costituita dal tratto Bioggio-Lugano centro e Molinazzo-Manno. Questa priorità si giustifica in quanto il collegamento in oggetto costituisce il principale mezzo di trasporto pubblico tra le due aree più dinamiche dell'Agglomerato del Luganese, ovvero il Piano del Vedeggio e la Città. 

Inoltre, con questo intervento si ottiene subito un rilevante salto di qualità del sistema dei trasporti pubblici, poiché il sistema mette a frutto forti sinergie con l'esistente linea delle Ferrovie Luganesi (FLP) e connette quindi tutto il Malcantone all'area centrale dell'Agglomerato. Il tratto Bioggio-Lugano centro si stacca dalla linea FLP a nord della stazione di Bioggio, si affianca alla strada della Crespera, con una fermata in corrispondenza del nodo intermodale di Molinazzo per poi attraversare il fiume Vedeggio e l'Autostrada A2 e entrare in Galleria fino al centro di Lugano.

Il tratto Molinazzo-Manno ha una lunghezza di 1.9 km. Sono previste alcune nuove fermate per l'allacciamento della zona industriale (rotonda di Manno, in zona Piana).

La Confederazione ha riconosciuto il nuovo collegamento tra il Piano del Vedeggio e il centro della Città di Lugano come elemento del Programma di Agglomerato del Luganese ai sensi della Legge sul fondo infrastrutturale. Può dunque di principio beneficiare di un contributo federale, che potrà essere attivato nel quadriennio 2015-2018.

Ultima modifica 16 giugno 2017