• Stampa
  • a a a

Luoghi di interesse

Chiesa di Sant’Agata – Monumento nazionale
Dal 1938 è iscritta nell’elenco dei beni culturali di interesse cantonale.
La prima traccia della chiesa si ha nel 1366, i suoi affreschi sono databili al XV secolo e raffigurano santi tra cui la patrona Sant’Agata.
Il 13 dicembre 1603, una volta diventata Parrocchia, iniziano i lavori di costruzione della nuova chiesa consacrata nel 1622.
Seguono nel corso dei secoli vari restauri. Viene ad esempio costruita la Cappella del Rosario nel 1634. Le prime notizie della nuova chiesa si hanno nel 1670. Una fase di importanti restauri interni viene avviata nel 1939, dando alla chiesa l'aspetto di oggi.

Il Roccolo sul “matoro” della Bolla
La richiesta di poter costruire un roccolo, piccola costruzione in cui stanno gli uccellatori durante l'attività di caccia, risale al dicembre 1861. I diversi livelli della torretta, compreso il pian terreno dove vi è la cucina, sono collegati da piccole scale in legno. Il roccolo veniva utilizzato originariamente per la caccia. Tramite la posa di una rete fine sugli alberi che circondano la costruzione, si catturavano gli uccelli di passo che venivano attirati da altri uccelli in gabbie posate sul prato del pianoro. La caccia agli uccelli nei roccoli nel frattempo è stata proibita.

Fonti
Guida d'arte della Svizzera Italiana, Edizioni Casagrande
Sito web del Comune di Cadro (al 31.01.2013)

Ultima modifica 20 settembre 2016