• Stampa
  • a a a

Luoghi di culto

Chiesa Parrocchiale di San Giovanni Battista

La chiesa Parrocchiale di S. Giovanni Battista, della fine del XIV secolo. La sua costruzione è iniziata nel 1407 come si rileva da una pietra che serve da base alla lesena esterna del presbiterio - Alessandro Rabaglio

La costruzione primitiva, della quale non rimane alcuna traccia, risale al 1375. Nel 1419 diventa parrocchia autonoma. Nel corso dei secolisi succedono restauri e opere di ampliamento. Nei lavori del 1938 interviene l’architetto Rino Tami. Un nuovo restauro viene realizzato nel 1997-99.

La chiesa si trova nel nucleo di Sonvico ed è un importante elemento urbano di collegamento tra la piazza e il nucleo.La costruzione primitiva, della quale non rimane alcuna traccia, risale al 1375. Nel 1419 diventa parrocchia autonoma. Nel corso dei secolisi succedono restauri e opere di ampliamento. Nei lavori del 1938 interviene l’architetto Rino Tami. Un nuovo restauro viene realizzato nel 1997-99.

All’interno della chiesa si osservano dipinti del XV secolo sulla controfacciata, raffiguranti santi e una Madonna in trono. I dipinti di Gian Domenico Caresana eseguiti nel 1614, rappresentano i momenti più importanti della vita di Giovanni Battista: la nascita, il battesimo di Gesù, la predizione davanti a Erode e la decapitazione.

Chiesa - Oratorio di San Martino

La chiesa - oratorio di San Martino. L'edificio viene citato in documenti storici risalenti al 1146 - Alessandro Rabaglio

Si trova sulla collina di Sorivo. È documentata dal 1146. L'edificio religioso nasce molto piccolo, la metà di quello attuale, in legno nella seconda metà del VII secolo. e in poco meno di un secolo viene sostituito  dalla costruzione, ad essa addossata, di una chiesa in muratura. Nel XII e nel XVII secolo la chiesa viene ulteriormente ingrandita. L'aspetto attuale corrisponde alle modifiche del 1600. 

Chiesa di San Nazario (Dino)

La chiesa di San Nazario a Dino. Le prime notizie di questa chiesa sono fornite da un documento del 1146. La chiesa ospita (dal 1954) un affresco rinascimentale rappresentante la crocifissione opera di Bernardino Luini - Alessandro Rabaglio

Si trova lungo la strada cantonale nella frazione di Dino.
Risalgono al 1146 le prime notizie relative alla chiesa, in un documento che tenta di porre fine a una lite fra il Monastero di San Carpoforo di Como e il Capitolo di San Lorenzo di Lugano. Nel 1684 il vescovo Ciceri ottiene alcuni importanti interventi per evitare che il degrado dell'edificio avanzi. La chiesa viene ancora rinnovata a fine Ottocento. e restaurata all'inizio degli anni Settanta del Novecento.

All'interno, nella navata, si ammirano afffreschi romanici dell'XI secolo. Nella cappella a nord vi è un'opera matura di Bernardino Luini del 1529 circa, un affresco staccato proveniente dalla chiesa demolita di S.Francesco a Lugano: la Crocifissione con due angeli che raccolgono il sangue di Cristo, la Madonna e San Giovanni Evangelista.

Ultima modifica 13 marzo 2017

Google Maps