• Stampa
  • a a a

Norme generali

 

DIRITTO DI VOTO

Il diritto di voto è il diritto di partecipare alle votazioni e elezioni federali, cantonali e comunali; comprende inoltre il diritto di sottoscrivere le domande di iniziativa e di referendum federale, cantonale e comunale nonché di revoca del Consiglio di Stato.

La Confederazione disciplina l’esercizio dei diritti politici in materia federale, i Cantoni in materia cantonale e comunale.

Ha diritto di voto in materia comunale chi:

  • è cittadino svizzero o cittadino ticinese all’estero (*)
  • ha compiuto 18 anni
  • ha il domicilio nel Comune da 3 mesi

Ha diritto di voto in materia cantonale chi:

  • è cittadino svizzero o cittadino ticinese all’estero (*)
  • ha compiuto 18 anni
  • ha il domicilio in un Comune del Cantone da 5 giorni

Ha diritto di voto in materia federale chi:

  • è cittadino svizzero o cittadino svizzero all’estero (*)
  • ha compiuto 18 anni
  • ha il domicilio in un Comune del Cantone
  • non è interdetto per infermità o debolezza mentali
  • non esercita i diritti politici in altri Cantoni

(*) consulta norme specifiche cittadino all’estero.

 

ESERCIZIO DEL DIRITTO DI VOTO

I diritti politici si esercitano all’Ufficio elettorale del luogo di domicilio. La Confederazione e i Cantoni possono prevedere eccezioni. Nessuno può esercitare i diritti politici in più di un Cantone.
Il diritto di voto si esercita nel Comune in cui il cittadino è iscritto nel Catalogo elettorale.

Eccezioni
In caso di votazioni o elezioni cantonali a circondario unico o di votazioni o elezioni federali, l’elettore ha facoltà di esercitare il diritto di voto nel Comune dove dimostra di risiedere, purché ne faccia domanda al Municipio del Comune di residenza entro le 18.00 del martedì antecedente la votazione, presentando l’attestazione di capacità elettorale rilasciata dal Comune di domicilio.
Con l'attestazione di capacità elettorale si certifica il diritto di voto dell’elettore che chiede di votare nel Comune di residenza.

 

CAMBIAMENTO DI DOMICILIO

Nel caso di cambiamento di domicilio, i tre mesi, rispettivamente i cinque giorni per l’acquisto del diritto di voto in materia comunale e cantonale decorrono dal giorno in cui il cittadino si annuncia al Municipio del Comune dove intende domiciliarsi sottoscrivendo la notifica di arrivo; fino alla decorrenza di questi termini vota nel Comune del precedente domicilio.
Il Municipio conferma all’interessato l’iscrizione nel Catalogo elettorale del Comune di arrivo, previa comunicazione al Comune del precedente domicilio.

 

PARTENZA PER IGNOTA DIMORA

Il cittadino rimane iscritto nel Catalogo elettorale dell’ultimo Comune di domicilio.
Questo principio permette di garantire il diritto di voto fintanto che non si possa stabilire il nuovo domicilio.
Quando non è possibile determinare dove si sia trasferito il cittadino, non vale il principio secondo cui l’iscrizione nel Catalogo elettorale avviene nel Comune di attinenza.

Ultima modifica 01 settembre 2017

Google Maps