• Stampa
  • a a a

Via ferrata San Salvatore

Una via di media difficoltà
in una posizione eccezionale

La via ferrata, un percorso di scalata artificiale su rocce sovente verticali, permette di vivere un'avventura piacevole a sportivi esperti. Quella del San Salvatore è di media difficoltà e impegnativa. La sicurezza è garantita a condizione che si sia allenati, che si conoscano le regole elementari per la progressione e che si sia equipaggiati in modo adeguato. Un cavo metallico al quale ci si può autoassicurare corre lungo il percorso. Le attrezzature di ausilio sul Monte San Salvatore sono minime. Con l'accompagnamento di una guida alpina, anche questa via ferrata può essere percorsa da persone molto sportive e che non soffrono di vertigini.

La ferrata "tipo francese" prevede un grande impiego di materiale artificiale, corrimani e gradini quasi ovunque per facilitare la progressione. Il cavo è fissato lasciando del lasco tra chiodo e chiodo con la sola funzione di assicurazione

La ferrata "tipo Dolomiti" presenta invece minime attrezzature di ausilio all'arrampicata nelle quali il cavo è teso fra chiodo e chiodo e svolge la doppia funzione di assicurazione e di corrimano come aiuto per la progressione.

La Ferrata del San Salvatore è del "tipo Dolomiti".
Si snoda sulla parete rocciosa del Monte orientata a nord-ovest con un dislivello di circa 150 metri, a sinistra del percorso della Funicolare. La sua lunghezza è di oltre 250 metri. È impegnativa; presuppone in chi la pratica un discreto sforzo fisico. La salita, non essendo rettilinea, è variata e divertente. La posizione eccezionale della Ferrata offre un panorama invidiabile.

Un ripido sentiero porta dalla Stazione della Funicolare di Pazzallo all'inizio della Ferrata, in circa 50 minuti. Dalla fine della via, si può scegliere se scendere a Pazzallo percorrendo il bellissimo sentiero oppure salire in vetta, in 20 minuti, e raggiungere il punto di partenza della Funicolare.

Componenti tecnici della Ferrata San Salvatore

  • Fittoni: circa 80 pezzi, lunghezza 40 cm, diametro 20 mm, in materiale INOX; vantaggi: omogeneità di resistenza e deformazione, inoltre non ci sono problemi di degrado dovuto agli agenti atmosferici. Bloccaggio chimico; vantaggio: maggiore durata nel tempo in quanto impedisce infiltrazioni tra chiodo e roccia.
  • Cordina: circa 250 metri, diametro 13 mm con carico di rottura 11000 kg. Fissaggio ogni 4-5 metri.
  • Scalini: circa 60 pezzi, diametro 20 mm, in materiale INOX.

Equipaggiamento personale
Imbragatura, dissipatore con moschettoni appropriati e casco.

Pericoli
Sovraffollamento con conseguente pericolo di caduta sassi (casco); brutto tempo e temporali.

Ultima modifica 14 dicembre 2016

Google Maps