Castagnola - Cassarate - Ruvigliana

Storia

Castagnola-Cassarate

Il territorio del vecchio Comune comprende inoltre Cassarate, località che occupa l'ultimo tratto della sponda sinistra del fiume ed è delimitato a sud dal lago e dalla foce del Cassarate, ad est dal Monte Brè e a nord dal Comune di Viganello.

Cassarate fu nel Medioevo una località ben distinta sia da Lugano che da Castagnola tanto da godere verso il Trecento dello statuto di borgo come Lugano. Cassarate fu in seguito superata da Lugano e il suo territorio venne incorporato alla realtà amministrativa di Castagnola.

Completano la mappa del territorio del vecchio Comune i possedimenti di Caprino e Cavallino che si trovano sull'altra sponda del lago e a cui appartiene anche l'Alpe di Trevino, situata sotto la punta del Sighignola.

Nel 1972 la fusione tra Lugano, Castagnola e Brè esprime in termini politici e amministrativi il cambiamento strutturale avvenuto negli insediamenti territoriali sulla sponda sinistra alla foce del Cassarate. La fusione è stata una libera scelta dei cittadini dei tre vecchi Comuni grazie alla quale si iniziò a prospettare un futuro amministrativo e organizzativo omogeneo e ispirato a una visione più globale e dinamica dei problemi.

Un cambiamento di prospettiva attuato nella salvaguardia e nel rispetto delle diverse entità confluite a fare parte del nuovo Comune. Un principio importante, fatto proprio dal Piano Regolatore del 1991 (Sezioni Castagnola e Brè).

Con questa fusione il Comune di Lugano si è trovato arricchito di un territorio di straordinaria qualità paesaggistica, votato alle funzioni residenziali e del tempo libero. Ricordiamo l'importanza pubblica della zona di Campo Marzio, Sud e Nord, e del Lido a Cassarate, il demanio del "Casserum" con l'attuale Parco di San Michele, i territori di Cortivo e San Domenico, il Parco degli Ulivi, lungo il romantico sentiero che porta a Gandria, le famose cantine e i grotti di Caprino e della cava ex-Ronchetti. Una zona a disposizione del tempo libero dei cittadini per la quale si prospetta uno sviluppo della sua primaria funzione di svago

Non meno importanti sono poi le presenze storico-culturali come Villa Favorita e la sua collezione, Heleneum diventata sede nel 1989 del Museo delle Culture e la casa Carlo Cattaneo oggi sede dell'Archivio storico della Città.

L'edificio del vecchio Municipio è stato trasformato nel Centro di quartiere e dispone, oltre che di uffici amministrativi, di sale polivalenti a disposizione di diverse società, di spazi espositivi e di una capiente sala per incontri e conferenze.

 

 
Castagnola - Cassarate - Ruvigliana

Castagnola - Cassarate - Ruvigliana