Ospedali

Il sistema sanitario

La tecnologia ausiliaria alle diagnosi e alle terapie è in continuo mutamento e i suoi costi d'acquisizione molto elevati rendono indispensabile la pianificazione e la razionalizzazione delle strutture sanitarie. Si presentano problemi di organizzazione del personale, medico e paramedico, di gestione della tecnologia e dei laboratori, di riduzione dei tempi di ospedalizzazione. La soluzione di questi problemi è possibile solo ad una struttura altamente specializzata, con servizi coordinati tra loro, dotata cioè della necessaria elasticità e dinamicità. Da queste esigenze è nato l’Ospedale regionale di Lugano (ORLugano) come fusione di due strutture ospedaliere, l’Ospedale Civico e l’Ospedale Italiano.
 
Il funzionamento generale della sanità ticinese si fonda anche sul rapporto di interdipendenza tra sistema sanitario pubblico e sistema privato. Le strutture private consentono all'ospedale pubblico una maggiore rotazione dell'occupazione dei posti letto, assumendo il carico, ad esempio dopo un intervento acuto, delle ospedalizzazioni prolungate e riabilitative (fisioterapia); in altri casi le cliniche sono complementari in quanto assumono interventi anche di chirurgia, ginecologia, oftalmologia, ortopedia, otorinolaringoiatria di minore pericolosità, in pazienti a basso rischio, offrendo un complemento specialistico.

Ultima modifica 31 marzo 2014