• Stampa
  • a a a

Campagna 2017 sul cyberbullismo SBULLO

Campagna di prevenzione contro la violenza giovanile e le molestie tramite smartphone, rivolta ai futuri allievi di scuola media

La Polizia Città di Lugano, la Polizia Cantonale e il Gruppo Visione Giovani, ripropongono anche per il 2017 la campagna “SBULLO”, dedicata, come già avvenuto lo scorso anno, prevalentemente ai giovani di 5a elementare delle Scuole di Lugano.

Per questa terza edizione, visto i riscontri positivi da parte degli allievi, della Direzione Generale nella persona del suo Direttore Sandro Lanzetti e dei Direttori dei “Petali”, si è deciso di ampliare l’incontro a due ore scolastiche al posto dell’ora dello scorso anno, questo per dare più spazio alle domande e alle esperienze individuali dei ragazzi.

OBIETTIVI DELLA CAMPAGNA

La campagna, studiata e realizzata in collaborazione con l’Agenzia Mazzantini&Associati SA di Lugano, si prefiggeva di:

  • educare i giovani ai valori del rispetto, dell’identità e delle differenze, della stima e dell’autostima, delle emozioni e del loro riconoscimento
     
  • trattare il tema della violenza, dei furti, dei danneggiamenti e dei graffiti
     
  • aiutare i ragazzi ad affrontare consapevolmente i rischi che si possono incontrare navigando nella rete e sui social network
     
  • far apprendere ai giovani la protezione dei propri dati personali, foto o selfie che si caricano sui social network
     
  • sensibilizzare i giovani sulla necessità di comunicare immediatamente le situazioni rischiose ai propri genitori e a dialogare apertamente con i loro docenti a scuola

PERCHÉ UNA CAMPAGNA INDIRIZZATA AD UN TARGET COSÌ GIOVANE

La Polizia Città di Lugano ha pensato e voluto promuovere una specifica campagna di prevenzione concernente un argomento di forte attualità, in particolare diretta a utenti appartenenti ad una fascia di età che, al di là di ogni previsione, è risultata fortemente coinvolta nell’uso di dispositivi elettronici e social network. A solo titolo d’esempio si è potuto constatare come la percentuale dei bambini che, frequentando le scuole elementari, possiedono e utilizzano uno smartphone, si aggira al 75 %. Notevole si è rivelata anche la percentuale di giovani che naviga sui Social e chatta nei Blog, pari a circa il 50% dei ragazzi. Inoltre si ricorda come gli allievi di 5a elementare sono prossimi all'inizio di un nuovo ciclo scolastico, quello delle Scuole medie, nel cui ambito, più facilmente che alle elementari, è possibile possano trovarsi confrontati con atteggiamenti maggiormente aggressivi, o con altri particolari comportamenti molesti e delinquenziali, come nei casi di estorsione o di violazione della sfera privata (cyberbullismo), sino a veri e propri atti di violenza che potrebbero sfociare in comportamenti violenti di una certa gravità (bullismo).

INCONTRI CON ALLIEVI E GENITORI

A partire da lunedì 6 febbraio sino al 6 di marzo 2017, il sgtc Claudio Mastroianni della nostra Polizia, in stretta collaborazione con il coordinatore del Luganese per il Gruppo Visione Giovani della Polizia Cantonale, app Negri David, si recheranno nelle relative sedi scolastiche della Città per le prevenzioni alle 28 Classi di 5a elementare, per un totale di 520 allievi. Un impegno importante che sarà affiancato anche da una serata informativa per i genitori, che si terrà presso le Scuole elementari Gerra, mercoledì 15 febbraio 2017 alle ore 20:00.

IMMAGINI COINVOLGENTI PER AIUTARE I PIÙ GIOVANI A DIFENDERSI

L’obiettivo dei messaggi creati dall’agenzia diretta da Roberto Mazzantini è quello di aiutare i ragazzi a difendersi dal cyber bullismo e dalle insidie della Rete. Attraverso un approccio assolutamente ludico, adatto all’età dei destinatari, ma completo di tutti gli elementi necessari a fare passare il messaggio.

PRONTI A SENSIBILIZZARE E DIFENDERE

Della Campagna è stato informato anche il Magistrato dei minorenni, avv. Reto Medici, il quale già gli anni passati si era detto favorevole all’iniziativa. Nell’ambito del materiale didattico da presentare e distribuire ai genitori durante la serata informativa, sono stati scelti gli opuscoli:  

  • Giovani e violenza
  • My little Safebook
  • La propria immagine: tutto ciò che prevede la Legge
  • Storie di internet…..che nessuno vorrebbe vivere
  • Cybermobbing: Tutto ciò che prevede la legge

pubblicazioni adatte ai genitori e pubblicate dalla “Prevenzione Svizzera della Criminalità”.

Ultima modifica 31 gennaio 2017

Google Maps