• Stampa
  • a a a
  • Torna alla lista

Lugano dall'alto - Mostra i2a

Un modello per la città, dal 14 ottobre al 5 novembre 2017 all'ex-Macello

Inaugurazione 14 ottobre ore 17:00
Ex Macello (Viale Cassarate 8, Lugano).

Programma

  • ore 17:00 – saluto delle autorità, vernissage mostra e presentazione I modelli di città in Svizzera
  • ore 17:45 – visita mostra

Orari della mostra

Visitabile dal 14 ottobre – 5 novembre 2017
ma, me, sa, do 10:00 – 14:00 / 15:00 – 18:00

Dibattito pubblico

Martedì 24 ottobre ore 18:30
Il futuro del comparto centrale della città

Il tema

Lugano, con 68’500 abitanti, è la nona città svizzera per popolazione ed ha una superficie di 71 km². A livello cantonale è inoltre il principale centro urbano. Attualmente la città non dispone di un modello architettonico-urbanistico su grande scala, ciò che permetterebbe una migliore lettura del suo territorio grazie alla quale pianificare nuovi interventi futuri.

Molte altre città svizzere, come Aarau, Ginevra, S. Gallo e Zurigo, dispongono già di questa concreta chiave di lettura, e con questa mostra - ispirata all’esposizione presentata nell’estate 2015 a Berna Endlich diese Übersicht – Ein Stadtmodell für Bern - si spera che anche Lugano possa raggiungere questo obiettivo.

La mostra

Un modello di città è uno strumento destinato a rendere comprensibili le varie relazioni spaziali esistenti sia per gli specialisti, sia per gli abitanti ma anche per i turisti. È utile infatti a rappresentare la struttura e la topografia della città ed aiuta gli osservatori a capire gli spazi costruiti e non. Il modello è centrale nel processo di pianificazione e di progettazione per gli architetti, gli urbanisti ed i politici, permettendo loro di visualizzare e di verificare l’impatto e l’interazione sul territorio dei progetti in atto.

La mostra Lugano dall’alto vuole offrire al visitatore più chiavi di lettura: il visitatore osserverà la città frammentata ed in miniatura sulla base dei modelli prodotti negli anni, accostando progetti realizzati a quelli di pianificazione territoriale. Si vogliono presentare delle parti di città attraverso una scelta accurata di modelli, dei primi tasselli attraverso i quali si spera di poter sviluppare in futuro un modello su larga scala di Lugano: il plastico desiderato avrà le stesse dimensioni dell’immagine presente all’interno della sala bianca dell’Ex Macello, una rappresentazione in scala 1:1000 della città.

Scopo della mostra è la riflessione territoriale del passato, del presente e del futuro. La realizzazione di un futuro modello su larga scala della città di Lugano, oltre a servire in seguito per la pianificazione, lo studio e lo sviluppo territoriale, sensibilizzerebbe il pubblico specialistico e non ed aiuterebbe ad avere una visione urbanistica d’insieme. La Città di Lugano sostiene, patrocina e ha collaborato alla realizzazione della mostra i2a istituto internazionale di architettura. i2a è, in Svizzera, l’unico forum di architettura e cultura urbana a sud delle Alpi e si dedica allo studio di tematiche legate al territorio, all’ambiente e alla realtà contemporanea.

Consapevole del ruolo dell’architettura quale strumento di lettura e comprensione dei fenomeni odierni, l’istituto si pone come luogo di apertura e di dialogo interdisciplinare. Il futuro del territorio in cui viviamo riguarda tutti i cittadini: per dare ad ognuno la possibilità di essere partecipe della formulazione di una visione progettuale, i2a getta un ponte tra gli addetti ai lavori e la società civile, promuovendo conferenze, esposizioni e laboratori - anche per bambini. Nato nel 1983 a Vico Morcote come sede europea di SCI-Arc - Southern California Institute of Architecture di Los Angeles, i2a risiede oggi in Villa Saroli, nel centro di Lugano.

Ultima modifica 10 ottobre 2017

Google Maps