• Stampa
  • a a a

Proposte della Commissione speciale MMN. 8973 di modifica del Regolamento comunale

Il Regolamento Comunale della Città di Lugano è completato con il seguente articolo:

I. Politica dell’alloggio e dei locali di attività a pigioni contenute

  1. Il Comune promuove il mantenimento e lo sviluppo di abitazioni a pigioni accessibili alla maggioranza della popolazione (redditi medi e bassi), con particolare attenzione ai bisogni delle famiglie e delle persone anziane, come pure alla qualità ecologica delle abitazioni e alla loro distribuzione adeguata nel territorio della Città.
     
  2. Esso promuove pure la disponibilità di locali di attività a pigioni contenute, compatibili con il contesto residenziale.
     
  3. Il Municipio elabora un programma coerente con gli obiettivi dei cpv. 1 e 2 e riferisce annualmente al Consiglio comunale sulla realizzazione del programma.
     
  4. Per attuare questa politica, il Comune:
     
    1. Promuove le necessarie misure pianificatorie volte a favorire il mantenimento e lo sviluppo di abitazioni a pigione moderata. Cura inoltre la consulenza di enti, privati e cittadini per l’attuazione degli obiettivi in materia di alloggio a pigione moderata. A questo scopo designa un servizio all’interno dell’amministrazione comunale o delega a terzi questo compito.
    2. Costituisce e/o partecipa a una o più Organizzazioni di utilità pubblica riconosciute ai sensi dell’art. 4, cpv. 2 e 3 della Legge sulla promozione dell’alloggio (LPrA) del 21.03.2013, per attuare il programma di cui ai capoversi precedenti, segnatamente tramite acquisti, ristrutturazioni e nuove costruzioni.
    3. Può acquistare terreni da destinare alla costruzione di abitazioni e locali di attività a pigione moderata e può metterne a disposizione di Organizzazioni di utilità pubblica riconosciute.
    4. Può sostenere iniziative di altri enti che offrono abitazioni o locali di attività a pigioni moderate.
    5. Può sostenere anche iniziative della Cassa pensioni di Lugano se compatibili con gli obiettivi dei cpv. 1 e 2.

II. Per l’attuazione della politica dell’alloggio e dei locali di attività a pigioni contenute

È autorizzato, nell’arco di un decennio, un impegno quantificabile in complessivi 10 milioni di franchi da destinare alla costituzione e/o alla partecipazione alle Organizzazioni di utilità pubblica di cui al cpv.4, lett. b) e alle misure previste al
cpv.4, lett. c), d), e) del nuovo articolo del Regolamento comunale.

III. Tempi di attuazione

Il programma, gli strumenti e le misure per l’avvio della promozione di alloggi e locali di attività a pigione moderata sono adottati al più tardi entro due anni dall’adozione dell’apposito articolo del Regolamento comunale.

Ultima modifica 15 settembre 2017