• Stampa
  • a a a

Zero, cento, mille. Dieci consigli per gestire il budget di casa

È la pubblicazione promossa dalla Divisione prevenzione e sostegno della Città di Lugano nell’adempimento del suo mandato di prevenzione e di informazione sociale

La guida si inserisce nelle misure promosse dal Piano cantonale pilota di prevenzione all’indebitamento eccessivo 2014 - 2017, un programma strutturato in tre specifici ambiti operativi – prevenzione, formazione e intervento – al quale la Divisione prevenzione e sostegno partecipa come partner nel lavoro di sensibilizzazione della popolazione.

La pubblicazione è una misura del Piano cantonale pilota contro l’indebitamento eccessivo che coinvolge – strategicamente e operativamente – associazioni, servizi sociali e i Comuni.

 

OBIETTIVO

Zero, cento, mille. Dieci consigli per gestire il budget di casa” nasce con l’obiettivo di informare la popolazione sui rischi legati ad un’errata gestione delle proprie finanze e di prevenire un fenomeno che interessa anche il nostro territorio, l’indebitamento eccessivo.

 

UN FENOMENO IN CRESCITA

L’indebitamento eccessivo va affermandosi sempre più come una problematica trasversale alle varie fasce di reddito e ai vari status sociali. Ad accomunare le persone eccessivamente indebitate è un’errata gestione delle proprie finanze, ma anche il fattore comportamentale ha un suo peso specifico: l’indebitamento è riscontrabile in una società dei consumi caratterizzata dalla facilità d’accesso al sistema creditizio.

 

LA GUIDA

Da una riflessione iniziale sulla società dei consumi, la guida offre uno spunto per imparare a distinguere i bisogni reali dalle spese superflue, senza peraltro esprimere dei giudizi di valore. Aiuta a pianificare meglio le spese quotidiane, proponendo un modello di budget (Libro delle spese) a medio e lungo termine. Vengono inoltre segnalati alcuni aspetti da considerare sulle uscite più incisive del proprio budget – abitazione, cassa malati, imposte, assicurazioni, leasing e telefonia mobile – e forniti alcuni consigli per affrontarle nel modo più adeguato.

La guida si propone quindi di evidenziare come sia facile, dilazionando una spesa o posticipandone il pagamento, perdere il controllo della propria situazione finanziaria, a maggior ragione se il denaro si fa “immateriale”, come nel caso delle carte di credito. Se da un lato il sistema dei crediti al consumo, con i suoi strumenti (carte, rateizzazioni, prestiti,…) favorisce l’economia, dall’altro può rappresentare un rischio concreto per chi fatica ad esercitare un controllo sulla propria spesa corrente.

 

RICONOSCERE L'INDEBITAMENTO ECCESSIVO

Il sovraindebitamento può però essere riconosciuto facilmente: alcuni campanelli d’allarme aiutano a individuare il problema e ad agire tempestivamente, e sono molte le associazioni specializzate, gli assistenti sociali o i servizi comunali e cantonali a cui rivolgersi per un primo passo concreto verso la soluzione del problema.

L’ultima parte della pubblicazione è quindi dedicata alle informazioni sulle procedure adottate in caso di fatture non pagate e alle possibilità di liberarsi dai debiti attraverso l’accompagnamento e la consulenza di persone competenti che – grazie al Piano cantonale “Il franco in tasca” – possono ora lavorare in rete per trovare le misure più efficaci.

Il test “che consumatore sei? e il modello di budget chiudono una guida che si prefigge innanzitutto di responsabilizzare, ricordando che l’indebitamento non è per forza sempre sinonimo di mancanza di denaro

Ultima modifica 23 marzo 2017

Google Maps