• Stampa
  • a a a

Per una politica a favore delle famiglie

La famiglia è una grande risorsa sociale e, valorizzarla nel suo ruolo, significa estendere i benefici all’intera società. E la Città intende promuovere proprio questa prossimità nel quotidiano, attraverso il lavoro della Divisione prevenzione e sostegno e quello dei 4 Nidi d’infanzia degli Istituti sociali comunali, che attualmente ospitano più di 130 bambini. In particolare, questo costante lavoro si inserisce in una visione più ampia che persegue gli obiettivi della Confederazione nell’ambito del sostegno alla prima infanzia, e le raccomandazioni della Commissione svizzera per l’UNESCO, nell’offrire a tutti i bambini pari opportunità di istruzione e formazione.

 

UNA CULTURA DEL RISPETTO DEL BAMBINO

Non si può parlare di famiglia senza toccare l’argomento dei diritti dell’infanzia. La Città si impegna nella sensibilizzazione a un’educazione non violenta per non compromettere lo sviluppo psicofisico dei bambini e in generale nel promuovere una cultura del rispetto dei minori. All’interno della Guida destinata alle famiglie il tema viene ripreso in un capitolo dedicato alla prevenzione di alcuni comportamenti a rischio. L’educazione non violenta è infatti la prima azione preventiva contro la violenza.

 

LA PREVENZIONE IN ETÀ PRECOCE

Un bambino ha bisogno di un ambiente stimolante per lo sviluppo ottimale delle sue capacità cognitive: questo sviluppo avviene inoltre in tempi molto ristretti, o meglio nei primi anni della sua vita. Per questo motivo è necessario agire tempestivamente e lavorare in un’ottica di prevenzione già in età precoce, al fine di migliorare le opportunità di crescita di tutti i bambini aiutandoli a sviluppare quelle competenze emotive, cognitive e sociali - dette life skills - che producono comportamenti positivi e di adattamento alle sfide della vita quotidiana. Un modo per iniziare fin dalla più tenera età a ridurre i fattori di rischio e a potenziare i fattori di protezione nei minori, in un’ottica preventiva nei confronti di quei comportamenti violenti - agìti o subìti (episodi di bullismo precoce) - che si segnalano già a partire dall’infanzia.

 

LA RISPOSTA DI LUGANO

La Città si dimostra quindi all’avanguardia nel trattare queste tematiche ed è sensibile nell’accogliere le preoccupazioni dei genitori. La sua risposta non può essere che concreta e tangibile.

La prevenzione è ad ampio raggio, rivolta sia agli adulti - come figure di riferimento dei bambini - tramite l’informazione sociale (e lo strumento della Guida) e la formazione (mediante gli incontri tematici), sia ai minori, per offrire loro opportunità di sviluppo delle proprie competenze attraverso le attività organizzate nei parchi gioco cittadini. La gratuità della Guida, dell’incontro tematico e delle attività nei parchi si inserisce in un’ottica di pari opportunità, mantenuta anche in un momento delicato per le finanze cittadine.

Ultima modifica 12 settembre 2017

Google Maps