• Stampa
  • a a a

Giardino delle zucche

Un'iniziativa di Lugano al verde

In occasione di Lugano Città del gusto (13-23 settembre 2018) – il grande food festival che anima la città con un ricco programma di eventi enogastronomici –, sabato 22 settembre 2018 alle ore 16:00 viene proposta una visita orticola e culinaria nel Giardino delle zucche al Parco del Tassino con Muriel Hendrichs, etno-botanica, e Meret Bissegger, cuoca pioniera della cucina biologica, per scoprire insieme le tante varietà di zucca, incluse quelle meno note e bizzarre. Meret Bissegger offrirà ai presenti una degustazione di diverse varietà.

Il Giardino delle zucche segna un ulteriore tassello nelle attività di Lugano al verde, il progetto pluriennale per valorizzare, riscoprire e riappropriarsi degli spazi verdi in città. Le varietà di zucca sono oltre 1’000; al Parco del Tassino ne sono coltivate una quarantina, ciascuna con colori, forme, caratteristiche aromatiche e usi diversi: a valle le zucche dolci o giganti (Cucurbita maxima), nel terrazzamento mediano le zucche moscate (Cucurbita moschata) e in quello più vicino alla Torretta Enderlin le zucche da orto (Cucurbita pepo). Si aggiungono un’aiuola di zucche ornamentali e un’altra consacrata alle tre sorelle – mais, fagioli e zucche – che ripropone un’antica associazione, già in uso presso diversi popoli nativi americani.

L’evento in programma per sabato 22 settembre 2018 alle 16:00 è rivolto a tutti gli interessati e si tiene presso la Torretta Enderlin, in cima alla collina del Parco del Tassino. La partecipazione è libera; per motivi organizzativi si prega di confermare la propria presenza scrivendo a luganoalverde@lugano.ch oppure chiamando lo +41 58 866 70 99.

Dopo l’Orto in Piazza Manzoni realizzato con gli allievi del Centro professionale del verde di Mezzana, il Giardino degli odori a Villa Saroli e il Frutteto di Cornaredo, il quarto giardino tematico di Lugano è dedicato alle zucche e sorge presso il Parco del Tassino, nei suoi viali lungo il pendio, fino in cima alla collina. L’iniziativa è frutto di una collaborazione con l’alberoteca, con il Museo cantonale di storia naturale, con ProSpecieRara, con gli studenti del Liceo cantonale di Lugano 1 e della scuola speciale e dà seguito al progetto dell’orto didattico Sale in zucca coltivato sul prato del Liceo.

Ultima modifica 13 settembre 2018

Google Maps