• Stampa
  • a a a

Piano regolatore intercomunale Trincea ferroviaria

I Municipi di Lugano e Massagno hanno approvato il Piano di indirizzo del Piano regolatore intercomunale della “trincea ferroviaria” (PR-TriMa) e la sua trasmissione al Dipartimento del territorio per l’esame preliminare

Con questa decisione la Città di Lugano e il Comune di Massagno confermano l’importanza di consolidare la pianificazione di tutto il comparto della Stazione FFS, verso nord e verso sud, e la volontà di proseguire per gettare le basi pianificatorie indispensabili allo sviluppo dell’area.

Si tratta, infatti, di un’area di sviluppo importante che, sulla base della Convenzione che regola la realizzazione del PR intercomunale TriMa sottoscritta nell’ottobre 2008 dal Comune di Massagno e dalla Città di Lugano, è coordinata anche con il progetto della Rete tram-treno del Luganese e con la Variante di Piano Regolatore che specifica gli interventi ammessi su tutto il comparto della stazione FFS. In questo senso, il Municipio di Lugano ha approvato pure la trasmissione al Dipartimento del territorio degli atti per l’esame preliminare della Variante di Piano Regolatore del comparto della Stazione FFS denominato “StazLu2”.

 

OBIETTIVI

Con il Piano regolatore intercomunale Trincea di Massagno (PR-TriMa), il Comune di Massagno e la Città di Lugano intendono proseguire nella direzione indicata dal Masterplan, creando le premesse formali per ordinare urbanisticamente e promuovere la riqualifica dell’importante comparto, sviluppatosi a partire dalla realizzazione nell’800 della ferrovia del San Gottardo nel territorio a confine dei due Comuni. Tale sviluppo insediativo ha portato anche alla cesura urbanistica della trincea ferroviaria di Massagno, con conseguenze (funzionali e formali) su tutta l'area della stazione di Lugano.

 

GLI INTERVENTI

La promozione e la riqualifica sono previste in primis con la realizzazione del Campus della Scuola universitaria professionale della Svizzera Italiana (SUPSI) – fase 1, a nord dell’attuale edificio viaggiatori della Stazione FFS. La ricucitura della cesura avverrà quindi dapprima con l’intervento infrastrutturale di ridefinizione del sistema della mobilità e poi con la copertura della trincea ferroviaria, sopra la quale si intende realizzare un parco pubblico dove sviluppare la seconda fase della SUPSI, che rappresenta l’intervento cardine per consolidare la vocazione pubblica del comparto. Il PR intercomunale individua inoltre dei tracciati ciclo-pedonali che permetteranno di collegare, comodamente e in sicurezza, la stazione ferroviaria di Lugano con i quartieri della Città Alta e il centro città.

Ultima modifica 24 gennaio 2018

Google Maps