• Stampa
  • a a a

Presentazione dell'Ente

www.luganomontebre.ch

Il 14 dicembre 1971 il Gran Consiglio decretò la fusione dei Comuni di Lugano, Castagnola e Brè in un nuovo Comune denominato "Comune di Lugano" mantenendo separatamente i tre patriziati.

Oltre alle tradizioni e al forte senso di identità che legava tra loro gli abitanti autoctoni del vecchio Comune, il Patriziato è stato senz'altro l'Istituzione che ha permesso il mantenimento e la conservazione del patrimonio storico di Brè.

E' infatti stato grazie all'iniziativa del Patriziato di Brè, in questo compito affiancato dal Circolo Pasquale Gilardi (Lelèn), che nel corso del 1996, ad opera del Repertorio toponomastico ticinese, ha visto la luce la pubblicazione sui toponimi di Brè. E' stata questa certamente un'operazione cruciale considerato il fatto che molti nomi di luogo che caratterizzano la toponomastica di Brè sono legati strettamente a una conoscenza e a una trasmissione di tipo orale e quindi propria degli anziani del paese.

Grazie a questa pubblicazione si è potuto quindi salvaguardare un patrimonio importante di usi, costumi e aneddoti a cui rimandano i luoghi e i loro nomi.

FAMIGLIE PATRIZIE

Tra le più antiche famiglie patrizie sono da annoverare: Aprile, Caratti, Danesi, Demarchi, Gianini, Gilardi, Malacrida, Monti, Navoni, Pedrotta, Pizzagalli, Prati, Raselli, Rizzi, Sabbioni, Sala, Schulz, Scopazzini, Taddei, Tenzi, Zeppi.

Ultima modifica 24 novembre 2015