• Stampa
  • a a a

Vessillo patriziale

Con il Vessillo patriziale si è voluto valorizzare e salvaguardare una parte dei beni culturali di Insone e di Corticiasca.

Infatti come potete rilevare dalla fotografia del Vessillo, sul fondo rosso e blu in diagonale, nella corona e collocata sul rosso la croce bianca che rappresenta la nostra Confederazione. Al centro o meglio nel cuore della bandiera si trova la denominazione del Patriziato e sulla base della stessa sono rappresentati gli stemmi dei due Ex-Comuni, quello di Insone che oggi fa parte del Comune di Lugano e lo stemma di quello di Corticiasca oggi Comune di Capriasca.

Nello stemma di Insone sono collocati in alto (nella corona) i bastoni di San Rocco patrono del villaggio, al centro (nel cuore) i tre monti di Monte Bar, Cavaldrossa e Gazzirola, e sulla base il fiume Cassarate.

In quello di Corticiasca, a testimonianza dell’attività pastorizza le tre pecore sul campo verde e in alto la testa di un Caprone che verisimilmente traccia l’appellativo dei terrieri di Corticiasca sopranominati “i bècc”. Questi due Stemmi collocati sulla base sono uniti da una stretta di mano a testimonianza dell’unione avvenuta.

L’attento osservatore può anche dedurre che gli animali rappresentati nello Stemma di Corticiasca si dirigono verso i monti, l’acqua e San Rocco protettore degli animali domestici rappresentati nello stemma di Insone.

Considerato il fatto che il nostro territorio è a cavallo di due Comuni, queste mani oggi significano anche una stretta di mano tra il Comune di Lugano e quello di Capriasca ma anche la stretta di mano tra due entità religiose presenti nei citati Comuni, quella dei cattolici romani e quella dei cattolici ambrosiani.

Con il Vessillo si è pure voluto salvaguardare gli Stemmi dei vecchi Comuni di Insone e Corticiasca i quali, come insegna la storia, in futuro rischiano di essere dimenticati mentre il nostro Patriziato contribuisce a rendere presente l’appartenenza e le origini sia dei terrieri come quelli dei Comuni che oggi fanno parte del Comune di Lugano e di Capriasca.

Ultima modifica 21 ottobre 2018