• Stampa
  • a a a

Archivio del Patriziato di Lugano

Il fondo del Patriziato di Lugano è storicamente il più prezioso e importante tra quelli conservati all’Archivio storico della Città in quanto raccoglie le carte più antiche e oltre cento pergamene. Si tratta in sostanza degli atti dell’antico Borgo e Comunità di Lugano, anteriori quindi al 1800, e degli atti ottocenteschi dell’odierno istituto patriziale.

Dal punto di vista cronologico l’epoca storica maggiormente rappresentata è il Settecento (ca. 35%) e l’Ottocento (ca. 28%); discreta è la proporzione degli atti del Seicento (ca. 19%) e Cinquecento (ca. 10%) mentre è minore per i documenti tardo medievali dal XIII al XV secolo (ca. 5%).

Tra i registri manoscritti si segnalano gli statuti antichi della Comunità di Lugano (tra cui un primo frammento trecentesco), della castellanza di Sonvico (del 1473) e di altre comunità dell’attuale canton Ticino; gli atti protocollari di Lugano (Comunità e Borgo dal 1440) e delle sue Pievi, e numerosi altri registri riguardanti diversi temi (dalla pesca nel lago di Lugano (1478) alla Fabbrica di San Lorenzo (1665-1732)).

Gli atti manoscritti sciolti sono ordinati in 98 scatole contenenti complessivamente circa 3 mila documenti.

Orari di apertura dell’Archivio storico di Lugano

  • Da lunedì a venerdì: 08:00 - 12:00
    Il pomeriggio solo su appuntamento

Si consiglia di annunciare la propria visita, che dovrà essere preventivamente autorizzata dal Patriziato di Lugano

Inoltrare le richieste a: cp 5651, 6901 Lugano – oppure patriziatodilugano@gmail.com

Il personale dell’archivio risponde inoltre alle richieste scritte che concernono la storia locale ed effettua brevi ricerche genealogiche concernenti famiglie domiciliate a Lugano.

Ultima modifica 19 ottobre 2018

Google Maps