• Stampa
  • a a a

Storia

Salita verso la Torre Enderlin dal Dog Park - Foto Alessandro Rabaglio

Il toponimo Besso potrebbe derivare dall'aggettivo basso ciò che sta a indicare una zona che, sebbene si trovi in alto rispetto al borgo, è in basso rispetto alle località collinari di Montarina, Moncucco, Soldino e Coremmo.

La sua crescita come zona residenziale risale alla fine dell'Ottocento ed è legato all'apertura della Ferrovia del Gottardo (1882). La Stazione di Lugano, per ragioni orografiche, viene costruita sulla spianata della collina di San Lorenzo.

Lo sviluppo del Quartiere si appoggia inizialmente lungo Via Basilea (già Via Circonvallazione, 1891) e avviene tramite insediamenti residenziali e alberghieri. La via corre parallela al Piazzale della Stazione e viene tracciata nel 1893 per collegare Besso con la Stazione e il  centro città.
Nel 1926 si inaugura il tunnel di Besso e viene aperto un sottopassaggio pedonale.
Nel 1943, per dare un centro ordinato al Quartiere, viene realizzato il Piazzale di Besso collegato con il passaggio pedonale e con il tunnel stradale.
La Clinica di Moncucco viene realizzata nel 1900 e la Scuola elementare nel 1909. L'asilo comunale viene aperto nel 1926.

Il Piano regolatore del 1983 contemplava la realizzazione di strutture sociali che vengono concretizzate nel 1989 con la Residenza Gemmo per l'ospitalità degli anziani del Quartiere e con la nuova Scuola elementare, nel 1995, all'interno della quale vi è il Centro di quartiere, luogo deputato agli incontri tra la popolazione e alle attività sociali, culturali e ricreative.

A Besso ha sede una nuova sede di Scuola media e nella sede dell'ex Seminario il Conservatorio della Svizzera Italiana e la Fonoteca nazionale.

 

Ultima modifica 26 febbraio 2018