• Stampa
  • a a a

Storia

Casa del nucleo in Contrada dei Bigatti - Foto: Alessandro Rabaglio

Nel Medioevo la famiglia dei nobili Della Torre di Mendrisio e il convento di Torello (a Carona) possiedono terreni a Carabio (il nome figura in documenti risalenti al 1270). Il nome Carabbia deriva probabilmente da Carà (carreggiata) e il gonfalone ricorda il Vescovo San Siro. 

Nel nucleo antico si trova la Casa Laurenti, risalente al XVII secolo. L'economia di Carabbia era basata principalmente sull'agricoltura; anche l'emigrazione ha avuto un ruolo importante. Nel XIX secolo, sopra l'abitato, viene scavata la Grotta del tesoro, dove si sperava di trovare un filone argentifero.

Negli ultimi decenni si registra una cospicua crescita della popolazione (con forte aumento dei pendolari in uscita).
Fino al 1988 si riunisce l'Assemblea comunale. Il Consiglio comunale è attivo dal 1988 al 2007. Il Quartiere è parte della Città di Lugano dal 2008. 

Fontana del 1888 in Contrada della Riforma in memoria di Carlo Oliva.
Portico nel nucleo del paese.
Suggestiva corte nel nucleo.
Ultima modifica 26 settembre 2017