• Stampa
  • a a a

Storia

Lavatoio di Soragno - Foto: Alessandro Rabaglio

Il Quartiere si estende per 2,5 kmq e confina con Cadro, Lugano, Pregassona e Canobbio.

Le più antiche tracce della presenza umana a Davesco-Soragno risalgono all'Età neolitica, all'Età del ferro e all'epoca romana. Di particolare interesse è una lastra con iscrizioni nord-etrusche. D'importanza storica v'è anche un'abitazione con affreschi del XV secolo, un tempo probabilmente un convento dell'Ordine degli Umiliati.

Mentre nel 1110 Davesco è ancora menzionato come curtis indipendente, nel 1624 s'inizia a parlare della Comunanza tra Davesco e Soragno, quando le due frazioni formano già un'unica vicinanza. Ma solo nel 1804 un accordo sancisce la nascita del nuovo Comune autonomo, a sua volta di derivazione patriziale.

La duplice origine di Davesco-Soragno è tuttora simboleggiata dalla sua bandiera bicolore, distinzione unita da un'unica figura: la quercia simbolo di forza e prosperità.

Il Quartiere registra negli ultimi 50 anni un forte aumento demografico. Nel 1801 conta 194 abitanti, 299 nel 1850, 356 nel 1900, 456 abitanti nel 1950, 1670 a fine 2014. 

Ultima modifica 26 settembre 2017