• Stampa
  • a a a

Storia

Piazza Luini adiacente Chiesa degli Angioli e Hotel International au Lac - Foto Alessandro Rabaglio

Lo sviluppo del Quartiere inizia nel corso della seconda metà dell'Ottocento con la costruzione, sul fronte lago, dei grandi alberghi di Lugano (Hôtel du Parc) e di importanti ville (che affiancano la preesistente e storica Villa Tanzina abbattuta nel 1908) quali Villa Loreto (1870) di cui oggi rimane il portale con i suoi ornamenti, Villa Malpensata (1909) e altre.

La costruzione di Via Clemente Maraini nel 1887 permette di collegare la Stazione alla zona della Geretta a Paradiso. Altro intervento importante è la realizzazione della Gradinata delle Rose (1910-1915) che collega Piazzale Loreto al lago.

Alla base del suo successivo sviluppo sono la costruzione della Funicolare degli Angeli nel 1913 e il completamento di Via Adamini del 1932: interventi che permettono di collegare la parte bassa con la parte alta del Quartiere. Via Adamini è oggi l'asse principale di transito.

Nel 1951, a riprova del forte sviluppo demografico, vengono aperte la scuola e la casa dei bambini di Via Adamini.

Punti di riferimento del Quartiere sono la Chiesa della Madonna di Loreto e le costruzioni religiose che si sono aggiunte in epoche diverse, occupate fino al 2007 dai Padri francescani. In zona anche la Residenza per anziani La Piazzetta (1993) che accoglie tra l'altro il Centro di Quartiere.

A partire dall'autunno 2015, Loreto, come tutta la Città, sarà ulteriormente valorizzato grazie all'apertura nel mese di settembre del nuovo polo culturale Lugano Arte e Cultura (LAC). Costruito sul terreno dell'ex Albergo Palace, l'edificio comprende una sala teatrale e concertistica di mille posti e un museo d'arte esteso su cinque livelli; di rilievo storico le due facciate dell'ex albergo, mantenute e restaurate, dietro le quali volumi nuovi destinati a un uso privato accolgono appartamenti, uffici e negozi.

Ultima modifica 04 dicembre 2017