• Stampa
  • a a a

Storia

Palazzo della Posta - Foto Alessandro Rabaglio

Lugano si sviluppa dai confini delimitati dall’edilizia conventuale dell'antico borgo verso la campagna circostante nelle direzioni di Cassarate e Molino Nuovo e a monte della Stazione nel Quartiere di Besso.

La trasformazione inizia nella seconda metà dell’Ottocento, in particolare dopo l’arrivo a Lugano della Ferrovia del Gottardo e con l'apertura delle strade principali all’esterno del borgo, verso la piana di Cassarate, avviata così allo sviluppo edilizio.

Il Quartiere del Centro coincide grosso modo con il nucleo storico e le sue adiacenze: un’area compresa tra la Stazione FFS, la parte bassa di Via San Gottardo, Via Zurigo, che fa da confine con Molino Nuovo e la sponda destra del fiume Cassarate, terminando a sud-ovest alla fine di Via Nassa, al confine con la Chiesa degli Angeli, che segna l’inizio del Quartiere di Loreto.

Il nucleo storico vero e proprio coincide con le 6 contrade che componevano l’antico borgo: Nassa, Sassello, Cioccaro, Pessina, Cortogna e Canova. L’antico borgo si sviluppa secondo un reticolo viario centrato sullo sbarco in riva al lago (tra l’attuale Piazza Manzoni e Piazza Rezzonico) e che nelle diverse direzioni portava alle porte di Santa Margherita, delle Cappuccine o di San Giuseppe, degli Angeli e a quella di San Lorenzo.

La fisionomia del Quartiere del centro storico conosce nel tempo trasformazioni radicali, in particolare attorno agli anni Trenta del secolo scorso, quando viene aperta a monte Via Motta e viene bonificato il Quartiere del Sassello.

Le trasformazioni economiche e sociali avvengono nella seconda metà dell’Ottocento e del Novecento con lo sviluppo dell’industria alberghiera e turistica e gli interventi sul nucleo determinano mutamenti urbanistici significativi.

Il Piano regolatore del 1983 mette a disposizione uno strumento importante per orientare e delimitare gli interventi edificatori e di ristrutturazione nel centro storico e dà avvio a numerosi studi per la ridefinizione funzionale del centro e delle sue zone con l'obiettivo di affermare le qualità ambientali, architettoniche e estetiche del nucleo. Si sta elaborando un Piano regolatore unico per rispondere alle esigenze della Città cresciuta con le aggregazioni.

Ultima modifica 01 dicembre 2017