• Stampa
  • a a a

Segnalazione del 10 gennaio 2017

Cantiere in Via Maggi a Pregassona -

Status: CHIUSA

Risposta della Divisione edilizia privata

All'inizio del 2015 è stato intrapresa l'edificazione dello stabile in oggetto, affidata all'Impresa Adria Costruzioni Sagl. La stessa è proseguita in maniera piuttosto rapida e la costruzione grezza è giunta quasi a tetto. I noti problemi finanziari legati alla Società ed ai signori Cambria, hanno portato, nel mese di ottobre 2015, all'improvviso fermo dei lavori.

Preso atto dello stato di abbandono del cantiere e dei potenziali pericoli legati a questa situazione, nel mese di giugno del 2016 il Municipio ha emanato un ordine di messa in sicurezza nei confronti dell'istante e dei proprietari. Parallelamente, la Divisione spazi urbani ha provveduto alla sistemazione delle opere di recinzione del cantiere.
    
Nello stesso periodo, con l'ausilio di un drone munito di fotocamera, è stato possibile accertare che al 7° piano è stata posta la puntellazione e la casseratura della soletta di copertura, al di sopra della quale è stata messa in opera la prima maglia dell'armatura in acciaio e buona parte delle istallazioni idrauliche. L'indagine ha messo evidenza la situazione di precaria stabilità di alcune puntellazioni.

Vista l'inadempienza dei proprietari, con decisione del 12.01.2017 il Municipio ha deciso:

  1. Di inviare un ultimo scritto all'istante e ai proprietari del fondo, informandoli dell'allestito di un preventivo di spesa per le opere di messa in sicurezza che ammonta a CHF 60'000.- e che l'Esecutivo provvederà a deliberare i lavori e ad autorizzare l'inizio degli stessi senza ulteriori avvisi.
     
  2. Di mettere a disposizione un importo di CHF 60'000.- (come da preventivo allestito dalla Divisione spazi urbani) necessari a garantire le spese per i lavori di messa in sicurezza del cantiere.
     
  3. Di incaricare la Divisione Spazi Urbani a voler procedere quanto prima con la delibera dei lavori e l'esecuzione delle opere di messa in sicurezza, comprendenti:
     
    • lo sbarramento dell'accesso al sedime e alla costruzione,
    • lo smontaggio di tutte le installazioni precarie del 7°piano.
Ultima modifica 07 dicembre 2017

Google Maps