• Stampa
  • a a a

Dati sul fenomeno dell'accattonaggio

PROVENIENZA

Inizialmente quest’attività illecita era svolta quasi esclusivamente dai nomadi di origine rom, soprattutto donne e minori, ma recentemente si è allargata anche ad altre etnie, nel cui ambito si riscontra come i figli minorenni vengano affidati dalle famiglie alle organizzazioni criminali che provvedono alla loro collocazione sul “posto di lavoro”… senza alcuno scrupolo per la loro giovane età, per le loro malformazioni fisiche o anche solo sfruttando lo stato di gravidanza di giovani donne.

Queste persone giungono in prevalenza dall’Italia, e più precisamente dai campi nomadi sparsi soprattutto in Lombardia (Milano, Monza, Arcore, Brescia e Bergamo).

I primi cinque Paesi sono stati (dati 2015):

  1. Romania - 1047 persone

  2. Spagna - 21 persone

  3. Italia - 21 persone

  4. Ecuador - 18 persone

  5. Bangladesh - 16 persone

ETÀ DEI QUESTUANTI

L’età delle persone controllate nel 2014 e nel 2015 evidenzia che la gran parte dei soggetti ha tra i 21 e i 30 anni. È tuttavia in crescita il numero dei minori controllati per le violazioni della Legge sull’ordine pubblico.

Nel 2014, nel Canton Ticino, sono stati emanati dal Magistrato dei Minorenni 7 decreti di accusa, nei confronti di minori ritenuti autori del reato di accattonaggio. Tale numero è salito a 13 nel 2015.

Grafico comparativo per classi d'età

Ultima modifica 25 marzo 2019

Google Maps