• Stampa
  • a a a
  • Torna alla lista

Ultima fase della campagna di prevenzione degli incidenti in moto

Dal 9 al 13 settembre scatterà la fase finale della campagna di prevenzione denominata OK BIKER ed espressamente dedicata ai motociclisti. Campagna di prevenzione promossa dalla Polizia Città di Lugano in collaborazione con l'Ufficio prevenzione infortuni (UPI) ed avente con lo scopo di ridurre il numero d'incidenti sulle strade.

Durante la prima fase dell’operazione, iniziata lo scorso 9 maggio e conclusa il 21 giugno, ci si è concentrati essenzialmente sull'informazione e l'educazione dei conducenti. Nell'occasione sono state effettuate 18 postazioni di controllo preventive, durante le quali gli agenti hanno fornito agli utenti informazioni sulla statistica relativa agli incidenti della circolazione con il coinvolgimento di motociclisti. La Polizia ha inoltre distribuito ai conducenti volantini e  gadget appositamente realizzati dall'UPI nell'ambito dell’analoga campagna condotta a livello nazionale e denominata "Bikexperts Stayin’ Alive".

Complessivamente sono stati coinvolti 641 conducenti che, in genere, hanno mostrato di apprezzare l'iniziativa. Soltanto per 10 di essi (1.5%) si è reso necessario l’avvio di una procedura di contravvenzione per violazioni degne di nota alle norme della circolazione. In particolare per sorpasso in curva senza visuale (molto pericoloso), per la presenza di pneumatici privi di rilievi ed infine in cinque casi gli agenti hanno dovuto procedere con il fermo e la verbalizzazione dei conducenti, in quanto privi di autorizzazione alla guida. A questo proposito la Polizia cittadina fa notare la carenza d'informazioni da parte di alcuni motociclisti che a volte pensano che per condurre un motoveicolo sia sufficiente essere in possesso del permesso valido per la categoria di autoveicoli "B". Oltre a ciò, sono stati citati, per un controllo tecnico, undici conducenti, a causa del motoveicolo in stato difettoso (es.: tubo di scarico non omologato, ecc.) e a quattro conducenti è stato solo impedito di continuare il viaggio, in quanto privi di occhiali da vista come da obbligo indicato sulla licenza di condurre.

Ma veniamo ora alla fase finale della campagna di prevenzione prevista, come detto, dal 9 al 13 settembre ossia nel mese dove statisticamente durante l'anno si registra il più alto numero d'incidenti. Nel corso della stessa gli agenti della Polizia città di Lugano continueranno il loro lavoro con l’obiettivo di rendere attenti i motociclisti sui pericoli ed in particolare sui comportamenti corretti per prevenirli, in diversi luoghi più sensibili.

Ultima modifica 06 settembre 2019

Google Maps