• Stampa
  • a a a
  • Torna alla lista

Primo bilancio del progetto di intervento VIDO (VIolenza DOmestica)

Da alcuni mesi è operativo un nuovo agente che collabora con la Polizia cantonale a supporto del nuovo progetto di intervento contro la violenza domestica.

La Polizia Città di Lugano si è dotata di una nuova figura per contrastare il fenomeno della violenza domestica: dallo scorso novembre è infatti operativo un agente nell’ambito del progetto di intervento denominato VIDO (violenza domestica). L’incarico è stato affidato ad un collaboratore di provata esperienza e con una lunga carriera alle spalle, il quale opera in stretta collaborazione con il coordinatore del servizio violenza domestica della Polizia cantonale.

Il progetto VIDO si pone quale obiettivo quello di contrastare un fenomeno che negli anni ha visto un significativo aumento dei casi, infatti nel 2018, in Ticino, sono stati registrati 1088 casi.

Nella sola Regione III del Luganese,  dal 1. gennaio 2019 al 1. aprile 2019 sono stati effettuati 91 interventi di Polizia nell'ambito della violenza domestica di cui 55 solo a Lugano. Di questi, ben 21 sono successivamente sfociati in denuncia penale d'ufficio.

Il collaboratore incaricato, che funge da antenna sul territorio, ha la funzione di raccogliere tutte le informazioni utili ad approfondire i diversi episodi di violenza; individuare soluzioni puntuali; assicurare la presa di contatto con le vittime offrendo loro accompagnamento e sostegno qualificati; promuovere a livello locale programmi specifici con l’obiettivo di favorire l’informazione e l’emancipazione (es. incontri pubblici, collaborazioni con gli enti coinvolti). L’azione di vicinanza alle famiglie in cui avviene l’abuso consente inoltre di abbattere i muri di silenzio che molto spesso isolano le vittime di violenza. La presenza attiva dell’agente sul territorio e l’interazione con i diversi attori istituzionali e sociali favoriscono quindi una collaborazione capillare e specialistica con la Polizia cantonale. La nuova figura opera infatti in stretta sinergia con il sgtm Giorgio Carrara, coordinatore del servizio violenza domestica della Polizia cantonale.

Ad oggi, dopo circa cinque mesi di attività, il progetto ha dato riscontri positivi: è stata intensificata la collaborazione tra la Polizia comunale e la Polizia cantonale in questo ambito di intervento; sono stati attivati diversi contatti con istituti e ospedali, con l’obiettivo di promuovere conferenze sul tema, rivolte in particolare ai dipendenti delle strutture.

Per segnalare situazioni di violenza domestica, si prega di contattare:

Polizia Città di Lugano, t. +41 58 866 81 11, email polizia@lugano.ch
Polizia Cantonale, t. +41 848 25 55 55 oppure 117, email polizia@polca.ti.ch

Ultima modifica 04 giugno 2019

Google Maps