• Stampa
  • a a a
  • Torna alla lista

Ricevuto a Villa Ciani il vicesindaco di Hangzhou

Una delegazione della città cinese, guidata da Wang Hong, è stata accolta dal sindaco Marco Borradori

Una delegazione della città cinese di Hangzhou, guidata dal vicesindaco signor Wang Hong, è stata ricevuta oggi a Villa Ciani dal sindaco di Lugano Marco Borradori. Erano presenti anche Paolo Pezzoli, direttore della Divisione Socialità, Valeria Canova, vicepresidente dell’Ente Ospedaliero Cantonale (EOC), Paolo Ferrari, capo area medica dell’Ente Ospedaliero Cantonale e Han Sessions, fondatore dell’Associazione Lugano Bella.

"Lugano e Hangzhou intrattengono da diversi anni relazioni molto intense che si fondano sulla stima reciproca - ha dichiarato il sindaco Borradori - L'economia, la cultura, la ricerca medico-scientifica, così come il mondo dell'educazione e della formazione si sono rivelati canali privilegiati sui quali costruire legami, coinvolgendo aziende e istituzioni per sostenere lo sviluppo delle nostre comunità."

 L'incontro odierno nasce dall’interesse espresso dalle autorità di Hangzhou di approfondire la conoscenza del sistema sanitario ticinese e delle buone prassi nell'ambito della cura e della presa a carico degli anziani. La città sulle rive del West Lake, con oltre 10 milioni di abitanti, è confrontata con il fenomeno di progressivo invecchiamento della popolazione. Sono circa 1,74 milioni gli anziani che vivono ad Hangzhou: di questi, circa il 90% viene curato in famiglia. Il vicesindaco Wang Hong è rimasto positivamente impressionato dalla qualità dei servizi offerti dagli istituti di cura medicalizzati cittadini; la delegazione, nel corso della mattinata, ha visitato Casa Serena, la più grande struttura esistente sul nostro territorio e prima residenza per gli anziani nel Cantone concepita per offrire alloggi personalizzati e spazi accoglienti in cui svolgere attività terapeutiche e ricreative. 

Paolo Ferrari, capo area medica dell'EOC, ha presentato l'Ente Ospedaliero Cantonale, rete degli ospedali pubblici del Cantone Ticino: con 5'000 impiegati, è uno dei più grandi datori di lavoro del Ticino; gestisce 1'000 letti per pazienti degenti; annualmente si prende a carico 350'000 pazienti per cure ambulatoriali e ha 40'000 ammissioni ospedaliere all'anno, di cui la metà anziani.

Hangzhou è un centro economico e turistico in pieno sviluppo, sede di Alibaba, la maggiore piattaforma di e-commerce globale. Nel 2018 il PIL della capitale della fiorente Provincia di Zhejiang ha raggiunto i 200 miliardi di dollari; è anche un polo universitario rinomato a livello internazionale grazie alla Zhejiang University, oggi frequentata da oltre 50'000 studenti. Le relazioni tra Lugano e questo istituto accademico si sono consolidate grazie al progetto formativo e all'accordo siglato nel 2010 fra il Dipartimento delle costruzioni e del design della SUPSI e la Zhejiang University, che prevede una scambio annuale al quale partecipano una ventina di studenti, incentrato sull'architettura sostenibile. Le relazioni tra le due città abbracciano molti ambiti, come quello culturale: lo scorso mese di novembre è stato inaugurato ad Hangzhou "Lugano Design in Hangzhou", uno spazio espositivo promosso dall'Associazione Lugano  Bella e da Made in Time Design dove giovani designer luganesi e ticinesi hanno potuto esporre le loro creazioni. Un ulteriore passo che permette di farsi conoscere e promuovere le sue eccellenze.

Ultima modifica 08 gennaio 2020

Google Maps