La Polizia Città di Lugano, con la partecipazione del Gruppo Visione Giovani della Polizia Cantonale, propone da diversi anni la campagna di prevenzione Sbullo, rivolta agli allievi di 5a elementare dell'Istituto scolastico di Lugano.

Un appuntamento che dall'anno della sua prima edizione a Lugano, nel 2015, ha visto anno per anno crescere l'interesse del pubblico. Oggi le Polizie comunali, con la collaborazione del Gruppo Visione Giovani della polizia cantonale, propongono la campagna contro il bullismo nelle quinte elementari di ben 17 località del solo Luganese.

La Polizia Città di Lugano ha pensato e promosso questa campagna sul tema bullismo e cyberbullismo vista la forte attualità ed il bisogno, con l'idea di rivolgersi a coloro che, nonostante la giovanissima età, sono o potrebbero essere confrontati a breve sia con il fenomeno della violenza giovanile, sia con il fenomeno delle molestie su Internet.

Vengono scelti gli allievi di quinta elementare perché al momento del passaggio alla Scuola media potrebbero essere confrontati con comportamenti problematici. Pare dunque più che sensato offrire in anticipo buone informazioni e consigli riguardo alle situazioni indesiderate in cui potrebbero imbattersi.

  • Trattare il tema della violenza, dei furti, dei danneggiamenti e dei graffiti
  • Educare i giovani ai valori del rispetto, dell'identità e delle differenze, della stima e dell'autostima, delle emozioni e del loro riconoscimento
  • Aiutare i ragazzi ad affrontare consapevolmente i rischi che si possono incontrare navigando in rete e sui social network
  • Insegnare ai giovani le misure di protezione dei propri dati personali, foto o selfie che si caricano sui social network
  • Sensibilizzare i giovani sulla necessità di comunicare immediatamente le situazioni rischiose ai propri genitori e a dialogare apertamente con i loro docenti a scuola

Nel 2022, tra febbraio e marzo, il sergente capo Claudio Mastroianni e il caporale Patrick Bruehwiler hanno incontrato nelle sedi scolastiche di Lugano 27 classi di quinta elementare, per un totale di 440 allievi.

Per l'occasione è stato condotto anche un sondaggio anonimo tra gli allievi riguardo all'uso di smartphone e tablet. È emerso che la quasi totalità degli allievi intervistati (96%) ha accesso a uno smartphone o a un tablet (anche non di proprietà). Il 32% di loro ha affermato di utilizzarli per più di due ore al giorno e ciò corrisponde ad almeno un mese intero all'anno passato davanti a un dispositivo.

Agli allievi sono stati distribuiti anche tre opuscoli, editi dalla Prevenzione svizzera della criminalità: "My little safebook", sul tema dei reati penali, uno per i genitori e uno per i figli, e il nuovo pieghevole "Come vivi online?", che fornisce ai giovani informazioni brevi e concise sui comportamenti corretti da adottare in rete per proteggersi.

Manifesto Sbullo
Contatti

Città di Lugano
Polizia

Via Beltramina 20b
6900 Lugano
t. +41 58 866 81 11
polizia@lugano.ch