Creare una visione generale del futuro assetto territoriale di Lugano significa coordinare fra loro componenti essenziali come natura, paesaggio, insediamenti e mobilità e accompagnarle con riflessioni e criteri qualitativi in termini urbanistici, ambientali, sociali ed economici.

Le necessità dello sviluppo urbano, che si aggiornano e si arricchiscono nel tempo e con il modificarsi del contesto socio-economico, orientano uno sviluppo territoriale centripeto e sostenibile di Lugano, in armonia con la tutela e la promozione del patrimonio esistente, culturale e ambientale.

Nell'ambito delle Linee di sviluppo 2018-2028 che orientano la sua attività, la Città persegue l'obiettivo di riqualificare il centro cittadino e moderare il traffico sul lungolago, completando il Masterplan per la riqualifica del lungolago entro il 2020: un lavoro di ampia portata che ridisegnerà la riva del lago, cercando di riavvicinare la città al Ceresio.

La Città intende inoltre completare il Masterplan del centro, necessario all'allestimento della variante di Piano regolatore relativa al comparto della sezione di Lugano (zona Lugano Centro) entro il 2020.

Nella definizione dello sviluppo territoriale di Lugano, la Città intende anche concludere il piano di indirizzo per la revisione del Piano regolatore (Piano direttore comunale). Una prima tappa terminerà a marzo 2021, mentre la seconda, che porterà al vero e proprio Piano direttore comunale con l'obiettivo di dotarsi di uno strumento pianificatorio unitario e coordinato per l'insieme del territorio comunale, unificando i PR dei 21 quartieri della città, è prevista per il 2022.