L'area del Maglio di Canobbio, a ridosso del Piano della Stampa e sulle rive del fiume Cassarate, presenta attualmente un campo da calcio in erba sintetica, una palestra e una bocciofila. Strutture che in un prossimo futuro troveranno collocamento all'interno di un vero e proprio parco dello sport e del tempo libero che si estenderà per 90'000 m² (di fatto secondo per dimensioni solo al Parco Ciani). Un progetto che, oltre alla creazione di nuove strutture sportive e di tre ulteriori campi da calcio, prevede la riqualifica dell'intera zona, valorizzandone le componenti naturalistiche e dando vita a un grande comparto ricreativo aperto a tutti, con ampie aree verdi attrezzate e fruibili dai piedi della collina fino alla riva del fiume.

Un'occasione data dalle necessità, da parte della Città, di trovare un unico spazio dove trasferire gran parte delle attività di una cinquantina di squadre - tra cui i settori giovanili dell'FC Lugano e dell'FC Rapid - che, con la realizzazione del Polo sportivo e degli eventi (PSE), vedranno gradualmente dismessi alcuni dei campi di Cornaredo ora utilizzati per gli allenamenti e le partite.

La zona del Maglio è da subito parsa la più adatta visti l'esistente campo del comune di Canobbio (già utilizzato al 50% dai settori giovanili delle società sportive di Lugano) e la vicinanza con Cornaredo e con lo svincolo autostradale.

Le infrastrutture

Oltre ai quattro campi da gioco (tre in erba sintetica), il progetto del Centro sportivo Al Maglio prevede la creazione su tre livelli (di cui due semi-interrati) di uno stabile multifunzionale strettamente legato al campo da calcio principale e in cui verranno concentrati tutti i contenuti di supporto alle attività sportivo-ricreative: tra questi gli spogliatoi, una buvette, una lavanderia, una infermeria e un locale fitness, a cui si aggiungeranno degli spazi amministrativi e di lavoro (uffici, sale riunioni, sala polivalente).

Il parco

La volontà di integrare alle necessarie strutture sportive la valorizzazione del paesaggio, ha portato allo sviluppo di un progetto che prevede un grande prato verde, al cui interno trovano posto i campi da gioco e svariati elementi di disegno del territorio (gradonate, alberi, sentieri, passerelle ecc.).

Il parco dello sport intende così essere il più possibile aperto e fruibile a tutti, non solo agli sportivi: verrà infatti creato un percorso pedonale ad anello che, allacciandosi anche ai sentieri già esistenti, permetterà di percorrerlo e scoprirlo attraverso i suoi diversi ambiti. In particolare, il tracciato è concepito per unirsi con il sentiero che conduce a Canobbio e con la passeggiata lungofiume che da Cornaredo porta fino alla Stampa. Inoltre, è previsto un collegamento con le piste ciclabili Canobbio-Tesserete e Lugano-Sonvico. Con il risultato di ottenere un'ampia superficie soleggiata percorsa da tracciati ciclo-pedonali che collegheranno Lugano ai boschi circostanti e al vicino comune di Canobbio.

Il traffico veicolare rimarrà invece ai margini del parco grazie a un'autorimessa coperta ricavata al di sotto del campo da calcio principale che metterà a disposizione degli utenti 80 posteggi a pagamento.

Centro sportivo Al Maglio

Realizzazione e tempistiche

Il Centro sportivo, progettato dal team Maglio 2019 (studio di architettura Orsi & Associati SA, architetto paesaggista Land Suisse Sagl e studio di ingegneria Lepori SA), è un tassello molto importante del nuovo Polo sportivo e degli eventi di Cornaredo, tanto che le tempistiche sono strettamente correlate e dettate dalle esigenze del PSE stesso.

La realizzazione è prevista in due tappe:

  • tappa 1: realizzazione di due nuovi campi da gioco e rifacimento del campo già esistente, sistemazione del parco circostante e posa di spogliatoi provvisori che, fino al completamento della tappa 2, serviranno per rendere operativi i tre campi da gioco terminati
  • tappa 2: realizzazione del campo da calcio principale, dello stabile multifunzione, dell'autorimessa e della porzione di parco circostante

Si prevede che sia la tappa 1 che la tappa 2 abbiano una durata di circa un anno ciascuna.

Al Maglio di Canobbio - Situazione attuale

La Città di Lugano e il Comune di Canobbio, proprietari dei mappali sui quali sorgerà il nuovo Centro sportivo, hanno stipulato una convenzione di 30 anni per la sua progettazione, realizzazione e utilizzazione; la gestione sarà di competenza della Città di Lugano.

Nel dicembre del 2020 il Municipio di Lugano ha presentato una richiesta per il credito di costruzione, che ammonta a 37,2 milioni di franchi. Il relativo messaggio municipale è stato approvato dal Consiglio comunale di Lugano nel marzo del 2021.

Contatti

Città di Lugano
Edilizia pubblica

Via della Posta 8
6900 Lugano
t. +41 58 866 76 99
immobili@lugano.ch