Obiettivo del Municipio è realizzare un'infrastruttura all'avanguardia, in grado di garantire alle società sportive strutture conformi alle esigenze delle leghe nazionali; sufficiente spazio per lo svolgimento delle attività individuali e associative a costi ragionevoli; una sede moderna e unificata per l'Amministrazione e spazi per eventi di interesse cantonale, nazionale e internazionale. La nuova infrastruttura del Polo sportivo e degli eventi (PSE) ospiterà quindi contenuti pubblici (stadio, palazzetto dello sport, servizi amministrativi) e contenuti accessori (commerci, uffici, strutture residenziali previo adeguamento del Piano Regolatore). Il progetto Sigillo degli architetti Giraudi, Radczuweit, Cruz e Ortiz ha vinto il concorso indetto dalla Città nel 2012.

Nel giugno del 2020 il Consiglio comunale ha concesso un credito di CHF 9,39 milioni per il finanziamento degli oneri di progettazione, chiesto dal Muncipio per l'affinamento del progetto PSE e degli spazi amministrativi, dei contenuti pubblici e privati e per la progettazione delle infrastrutture provvisorie delle fasi di cantiere. In luglio il Municipio ha comunicato che ad aver vinto il concorso per investitori è stato il gruppo HRS Real Estate SA.

Nel dicembre del 2020 il Municipio ha presentato il messaggio che illustra i termini dell'accordo generale di partenariato pubblico privato (PPP) negoziato con HRS Real Estate SA, che verrà ora esaminato dal Consiglio comunale. 

Contemporaneamente ha inoltrato le domande di costruzione relative all'Arena sportiva, al Palazzetto dello sport, alla cosiddetta tappa 2 (due torri, blocco servizi, edificio sud e spazi pubblici esterni) e la variante al Piano di quartiere.

I contenuti sportivi

Fra i contenuti sportivi spicca la nuova Arena Sportiva, la cui realizzazione è necessaria per poter ospitare le partite di calcio di prima divisione: l'attuale stadio non è conforme alle direttive sullo standard della Swiss Football League (SFL) e dell'UEFA per le compagini di Super League. La SFL ha concesso alla Città una deroga fino al 2021 e di seguito approvato una modifica del regolamento delle licenze che permette di accordare da anno in anno un'estensione dell'autorizzazione eccezionale a patto che siano rispettate le condizioni di avanzamento del progetto.

Obiettivo della Città è di avviare nel rispetto dei termini dati dalla SFL la realizzazione di un'infrastruttura moderna e completa, con spazi per le società sportive, la sicurezza, l'accoglienza degli ospiti e i media. La nuova Arena Sportiva avrà una capienza di 10'000 spettatori, di cui almeno due terzi a sedere, tutti al coperto. L'accesso dovrà poter essere controllato, con entrate separate per giocatori e arbitri.

A sud di Via Stadio sarà allestito un nuovo campo in erba, con una pista di atletica e le necessarie strutture di supporto (tribune, spogliatoi, magazzini, sale riunioni, buvette). Questa opzione ha alcuni vantaggi, fra cui la presenza di ogni disciplina a Cornaredo, sinergie fra le diverse attività grazie alla possibilità di allenarsi sulla pista, il consolidamento della riorganizzazione urbanistica e paesaggistica del comparto a sud del PSE toccato dall'allargamento delle strade cantonali.

Il Palazzetto dello Sport potrà ospitare competizioni a livello nazionale e internazionale, così come le attività delle società sportive cittadine. Sarà composto di una palestra per eventi sportivi per almeno 3'000 spettatori trasferibile in palestra tripla, una palestra multifunzionale (palestra doppia) e palestre dedicate a discipline specifiche. Anche in questo caso è previsto l'allestimento di spazi funzionali a ogni tipo di necessità correlata all'attività sportiva. Oltre al basket e alla pallavolo, la palestra potrà ospitare gare di badminton, boxe, arti marziali, tennis tavolo, scherma ecc. Il Palazzetto dello Sport sarà predisposto per ospitare anche eventi extra sportivi, come i concerti indoor.

I contenuti amministrativi

Il Municipio ha approvato il concetto di un polo amministrativo unitario per i servizi cittadini, quale componente del Progetto Nuova Amministrazione (PNA). La logistica degli spazi amministrativi comunali, infatti, presenta delle lacune, poiché gli standard non corrispondono alle necessità odierne e non sono in grado di sostenere gli obiettivi di ottimizzazione, qualità e prestazioni dell'ente pubblico. Gli edifici cittadini sono tutti stati costruiti con altre destinazioni e riconvertiti in un secondo tempo all'uso pubblico. La situazione attuale, inoltre, implica interventi a corto-medio termine con alti costi di investimento e manutenzione straordinaria. Il cittadino potrà così trovare in unico stabile gli uffici amministrativi e tutti gli sportelli dell'Amministrazione, facilmente accessibili.

Spazi pubblici esterni

Il PSE sarà l'occasione per un’importante riqualifica urbana della futura porta nord di accesso alla città, grazie anche all’inserimento di aree verdi e spazi pubblici. Lo spazio pubblico esterno è concepito come continuazione della collina di Trevano e si presenterà come un’estesa area aperta, punto di interesse paesaggistico e luogo di incontro per la popolazione. In particolare, è previsto l'inserimento di un parco di circa 12'000 metri quadrati.

Il partenariato pubblico-privato (PPP)

Il PPP è una forma di collaborazione cooperativa tra ente pubblico ed economia privata con l’obiettivo di finanziare la realizzazione di un’infrastruttura o fornire servizi di interesse pubblico. Il concorso per investitori, che ha permesso di selezionare due candidati, ha differenziato l'area di concorso in due comparti: il primo destinato ad accogliere i contenuti pubblici, il secondo per insediare i contenuti privati. Il modello di collaborazione scelto prevede che il partner privato sviluppi, realizzi e finanzi le strutture pubbliche: L’area del PSE verrà concessa dalla Città ai partner privati nella forma di un diritto di superficie per sé stante e permanente.

La Città di Lugano usufruirà liberamente delle strutture sportive in virtù del contratto di leasing con i partner privati; potrà entrare in possesso delle strutture al più tardi alla scadenza del diritto di superficie. L’investitore privato sarà proprietario e finanziatore della struttura per la durata del diritto di superficie. La gestione operativa dell’Arena sportiva sarà affidata a una società privata di proprietà dell’FC Lugano ma finanziariamente indipendente. La gestione del Palazzetto dello sport sarà garantita direttamente dalla Divisione Sport della Città di Lugano.

Gli uffici destinati all'Amministrazione, invece, saranno consegnati pronti per un contratto di locazione della durata di 25 anni, rinnovabile per due volte, per ulteriori 10 anni alla volta.

L'accordo di partenariato pubblico privato è stato sottoposto al Consiglio comunale.

Nuovo centro sportivo Al Maglio

Il Municipio di Lugano ha attribuito al team Maglio 2019 (Orsi & Associati, Land Suisse, Studio ingegneria Lepori) il mandato di progettazione definitiva per le strutture di appoggio al campo di Cornaredo, previste nell'area del Centro sportivo-ricreativo Al Maglio di Canobbio. Questo affinché i lavori a Cornaredo non pregiudichino le attività sportive. 

Considerando da un lato la prevista realizzazione a tappe del comparto di Cornaredo, prima il Polo Sportivo con Arena Sportiva e Palazzetto e in seguito la sistemazione del comparto sud (pista d’atletica, con nuovo campo di calcio in sostituzione dei due attuali, prevista per il 2025) e dall'altro la necessità di realizzare un centro sportivo con campi da calcio contigui, la zona del Maglio, visto il preesistente campo del Comune di Canobbio (già utilizzato al 50% dai settori giovanili delle società sportive di Lugano), è stata da subito indicata come l'area più adatta alla realizzazione di un centro sportivo ex novo. Il grosso vantaggio è dato dalla vicinanza con Cornaredo, lo svincolo autostradale, in un comparto che aveva già vissuto una prima importante rivalutazione ambientale negli scorsi anni.

La Città di Lugano e il Cantone hanno sottoscritto, nel settembre del 2020, un diritto di compera a favore del Comune sui fondi situati al Maglio che ospiteranno le infrastrutture sportive complementari del (PSE).

Nel dicembre del 2020 il Municipio ha presentato una richiesta per il credito di costruzione, che ammonta a 37.2 milioni di franchi e la convenzione con il Comune di Canobbio.

Polo sportivo e degli eventi - Planimetria generale

Polo sportivo e degli eventi - Planimetria generale

Polo sportivo degli eventi

Polo sportivo degli eventi

Polo sportivo e degli eventi - Vista nord 1

Polo sportivo e degli eventi - Vista nord 1

Polo sportivo e degli eventi - Vista nord 2

Polo sportivo e degli eventi - Vista nord 2

Polo sportivo e degli eventi - Palazzetto dello sport

Polo sportivo e degli eventi - Palazzetto dello sport

Polo sportivo e degli eventi - Vista da sud

Polo sportivo e degli eventi - Vista da sud

Polo sportivo e degli eventi - Tappa 1

Polo sportivo e degli eventi - Tappa 1

Polo sportivo e degli eventi - Tappa 2

Polo sportivo e degli eventi - Tappa 2

Polo sportivo e degli eventi - Tappa 3

Polo sportivo e degli eventi - Tappa 3

Polo sportivo e degli eventi - Spazi pubblici

Polo sportivo e degli eventi - Spazi pubblici