Obiettivo del Municipio è realizzare un'infrastruttura all’avanguardia, in grado di garantire alle società sportive strutture conformi alle esigenze delle leghe nazionali; sufficiente spazio per lo svolgimento delle attività individuali e associative a costi ragionevoli; una sede moderna e unificata per l'Amministrazione e spazi per eventi di interesse cantonale, nazionale e internazionale. La nuova infrastruttura del Polo sportivo e degli eventi (PSE) ospiterà quindi contenuti pubblici (stadio, palazzetto dello sport, servizi amministrativi) e contenuti accessori (commerci, uffici, strutture residenziali previo adeguamento del Piano Regolatore). Il progetto Sigillo degli architetti Giraudi, Radczuweit, Cruz e Ortiz ha vinto il concorso indetto dalla Città nel 2012.

I contenuti sportivi

Contenuti sportivi

Fra i contenuti sportivi spicca il nuovo Stadio di Cornaredo, la cui realizzazione è necessaria per poter ospitare le partite di calcio di prima divisione: l'attuale stadio non è conforme alle direttive sullo standard della Swiss Football League (SFL) e dell'UEFA per le compagini di Super League. La SFL ha concesso alla Città una deroga fino al 2021.

Obiettivo della Città è realizzare entro quella data un'infrastruttura moderna e completa, con spazi per le società sportive, la sicurezza, l'accoglienza degli ospiti e i media. La capienza andrà adeguata alla necessità minima di 10'000 spettatori, di cui almeno due terzi a sedere, tutti al coperto. L'accesso dovrà poter essere controllato, con entrate separate per giocatori e arbitri.

A sud di Via Stadio sarà allestito un nuovo campo in erba, con una pista di atletica e le necessarie strutture di supporto (tribune, spogliatoi, magazzini, sale riunioni, buvette). Questa opzione ha alcuni vantaggi, fra cui la presenza di ogni disciplina a Cornaredo, sinergie fra le diverse attività grazie alla possibilità di allenarsi sulla pista, il consolidamento della riorganizzazione urbanistica e paesaggistica del comparto a sud del PSE toccato dall’allargamento delle strade cantonali.

Il palazzetto dello sport dovrà poter ospitare competizioni a livello nazionale e internazionale, così come le attività delle società sportive cittadine. Sarà composto di una palestra per eventi sportivi per almeno 3'000 spettatori,  una palestra multifunzionale e palestre dedicate a discipline specifiche. Anche in questo caso è previsto l'allestimento di spazi funzionali a ogni tipo di necessità correlata all'attività sportiva. Oltre al basket e alla pallavolo, la palestra potrà ospitare gare di badminton, boxe, arti marziali, tennis tavolo, scherma ecc.

Il palazzetto dello sport dovrà essere predisposto per ospitare anche eventi extra sportivi, come i concerti indoor.

I contenuti amministrativi

Il Municipio ha approvato il concetto di un polo amministrativo unitario per i servizi cittadini, quale componente del Progetto Nuova Amministrazione (PNA). La logistica degli spazi amministrativi comunali, infatti, presenta delle lacune, poiché gli standard non corrispondono alle necessità odierne e non sono in grado di sostenere gli obiettivi di ottimizzazione, qualità e prestazioni dell'ente pubblico. Gli edifici cittadini sono tutti stati costruiti con altre destinazioni e riconvertiti in un secondo tempo all'uso pubblico. La situazione attuale, inoltre, implica interventi a corto-medio termine con alti costi di investimento e manutenzione straordinaria. Il cittadino potrà così trovare in unico stabile gli uffici amministrativi e tutti gli sportelli dell'Amministrazione, facilmente accessibili.

Il partenariato pubblico-privato (PPP)

Per rendere il progetto attrattivo per un finanziamento nella forma di un partenariato pubblico-privato (PPP) è stata data la possibilità di realizzare contenuti accessori generatori di reddito. Il modello di collaborazione scelto prevede che il partner privato sviluppi, realizzi e finanzi le strutture pubbliche, che resteranno di proprietà e gestione della Città. Il concorso per investitori, che ha permesso di selezionare due candidati, ha differenziato l’area di concorso in due comparti: il primo destinato ad accogliere i contenuti pubblici, il secondo per insediare i contenuti privati. La Città beneficerà del finanziamento privato per lo sviluppo e la realizzazione delle infrastrutture sportive (arena sportiva e palazzetto dello sport), rimanendo proprietaria delle stesse e del terreno dove si insedieranno.

I contenuti pubblici sportivi saranno messi a disposizione dal privato all’ente pubblico pronti all’esercizio; gli uffici destinati all’Amministrazione, invece, saranno consegnati pronti per un contratto di locazione della durata di 25 anni, rinnovabile per due volte, per ulteriori 10 anni alla volta. Nel caso dei contenuti sportivi si tratta di un leasing finanziario che prevede la messa a disposizione del privato del terreno su cui costruire; nel caso dei contenuti amministrativi si tratta di un contratto di locazione. La Città in cambio pagherà all’investitore privato un’indennità in rate annue per 25 anni a copertura dei costi del finanziamento e ammortamento dei contenuti pubblici e un canone di locazione annuo dal momento della consegna degli spazi a uffici destinati all’Amministrazione. L’accordo di partenariato pubblico privato sarà sottoposto al Consiglio comunale.

Nuovo centro sportivo Al Maglio

Il Municipio di Lugano ha attribuito al team Maglio 2019 (Orsi & Associati, Land Suisse, Studio ingegneria Lepori) il mandato di progettazione definitiva per le strutture di appoggio al campo di Cornaredo, previste nell’area del Centro sportivo-ricreativo Al Maglio di Canobbio. Questo affinché i lavori a Cornaredo non pregiudichino le attività sportive. La stima dei costi per l’opera - che vedrà la creazione di un parco dedicato allo sport e al tempo libero e la riqualifica di un’area di 100'000 m² - è di CHF 23.6 milioni. La fine dei lavori è prevista entro il 2021, in linea con l’inizio del cantiere PSE. Nel comparto è previsto l’inserimento di un centro regionale per il curling. La collaborazione tra Canobbio e Lugano sarà oggetto di una convenzione. Inoltre, il Cantone, in quanto proprietario di una parte dei fondi, e la Città hanno sottoscritto a loro volta una convenzione - approvata dal Municipio l’11 aprile e dal Consiglio di Stato il 5 giugno 2019 - che deve ora essere approvata dal Gran Consiglio.

Contenuti sportivi

Contenuti sportivi

Polo sportivo degli eventi - Vista nord

Polo sportivo degli eventi - Vista nord

Polo sportivo degli eventi

Polo sportivo degli eventi