Può capitare una particolare fase della propria vita in cui si ha una diminuzione delle entrate o un aumento delle spese (pensionamento, perdita o riduzione del lavoro, divorzio, nascita di un figlio ecc.) e che alla fine del mese non si riesca a saldare tutti i pagamenti. Pur non essendo piacevole, in questi casi il debito in sé non costituisce necessariamente un problema, per lo meno fino a quando non diventa eccessivo e non si va ad aggiungere a una mancata gestione e pianificazione finanziaria. A questo punto si parlerebbe di sovraindebitamento, un fenomeno in crescita che, anche in Ticino, coinvolge sempre più persone appartenenti a diverse fasce di reddito e a diversi status sociali, e che non è per forza sinonimo di mancanza di denaro.

Una situazione che sia il Cantone sia la Città di Lugano si impegnano a prevenire, o quantomeno ad arginare, promuovendo diverse iniziative.

Piano pilota Il Franco in tasca

Per rispondere in modo sistematico alla problematica dell'indebitamento eccessivo, il Cantone ha creato un piano pilota quadriennale dal nome Il franco in tasca che si propone di agire in quattro diversi ambiti:

  • coordinazione
  • prevenzione
  • formazione
  • intervento

Ulteriori informazioni sono reperibili alla pagina della Divisione cantonale dell'azione sociale e delle famiglie.

Opuscolo "Zero, cento, mille. Dieci consigli per gestire il budget di casa"

È una pubblicazione che nasce con l'obiettivo di informare la popolazione sui rischi legati a una sbagliata gestione delle proprie finanze e di prevenire il fenomeno dell'indebitamento eccessivo, che come detto è in crescita e che interessa anche il nostro territorio.

La promuove la Divisione Socialità della Città di Lugano nell’ambito del suo compito di prevenzione e di informazione sociale.

 

I contenuti

Partendo da una riflessione iniziale sulla società dei consumi caratterizzata dalla facilità di accesso al sistema creditizio, la guida offre uno spunto per imparare a distinguere i bisogni reali dalle spese superflue, senza però esprimere alcun giudizio. Aiuta a pianificare meglio le spese quotidiane, proponendo un modello di budget (Libro delle spese) a medio e lungo termine. Vengono inoltre segnalati alcuni aspetti da considerare sulle uscite più incisive del proprio budget – abitazione, cassa malati, imposte, assicurazioni, leasing e telefonia mobile – e forniti alcuni consigli per affrontarle nel modo più adeguato.

L'obiettivo è quindi di evidenziare come sia facile, rateizzando una spesa o posticipandone il pagamento, perdere il controllo della propria situazione finanziaria, a maggior ragione se il denaro si fa "immateriale", come nel caso delle carte di credito. Se da un lato il sistema dei crediti al consumo, con i suoi strumenti (carte, rateizzazioni, prestiti ecc.) favorisce l'economia, dall'altro può rappresentare un rischio concreto per chi fatica a controllare la propria spesa corrente.

 

Riconoscere l'indebitamento eccessivo

Il sovraindebitamento può però essere riconosciuto facilmente grazie ad alcuni campanelli d'allarme che aiutano a individuare il problema e ad agire tempestivamente. Sono inoltre molte le associazioni specializzate, gli assistenti sociali o i servizi comunali e cantonali a cui rivolgersi per un primo passo concreto verso una soluzione.

L'ultima parte della pubblicazione è quindi dedicata alle informazioni sulle procedure adottate in caso di fatture non pagate e alle possibilità di liberarsi dai debiti attraverso l'accompagnamento e la consulenza di persone competenti che – grazie al Piano cantonale Il franco in tasca – possono ora lavorare in rete per trovare le misure più efficaci.

Il test "che consumatore sei?" e il modello di budget chiudono una guida che si prefigge innanzitutto di responsabilizzare il cittadino, ricordando che l'indebitamento non è per forza sempre sinonimo di mancanza di denaro.

 

Scarica l'opuscolo oppure richiedilo gratuitamente alla Divisione Socialità.

Contatti

Città di Lugano
Socialità

Via Trevano 55
6900 Lugano
t. +41 58 866 74 57
socialita@lugano.ch