La Città di Lugano comunica che, alla luce delle decisioni odierne del Consiglio federale di istituire lo statuto S di protezione speciale per i profughi ucraini a partire da domani, il check point allestito per rispondere alla situazione di urgenza negli scorsi giorni sarà chiuso e non trasferito - come precedentemente annunciato - dal Padiglione Conza in altra sede. Tutti i profughi in entrata nel nostro Cantone sono quindi invitati a registrarsi al Centro federale di asilo di Chiasso.

La Città, da parte sua, continua a raccogliere online le registrazioni delle disponibilità di alloggio su territorio comunale da parte di privati che desiderano ospitare persone in fuga dal paese in guerra.

Rimane possibile consegnare il materiale destinato ai profughi ucraini al Padiglione Conza oggi, venerdì 11 marzo, fino alle ore 18.00. L'iniziativa di solidarietà riprenderà lunedì 14 marzo alle ore 9.00 nello stabile ex Avaloq, in via Merlecco 2 a Pregassona, dove continuerà la raccolta del materiale.

La Città ringrazia di cuore tutti coloro che stanno generosamente partecipando alle iniziative di solidarietà e ricorda la possibilità di porre domande alla mail aiutoucraina@lugano.ch

Notifica della disponibilità ad accogliere a Lugano dei cittadini ucraini

Le persone che desiderano ospitare a Lugano dei cittadini ucraini possono annunciarsi online

I contatti per avere maggiori informazioni e aiuto

Per avere informazioni sulle condizioni di entrata e di soggiorno per i cittadini ucraini è disponibile la pagina web della Segreteria di Stato per la migrazione

È possibile anche chiamare la hotline federale al numero +41 58 465 99 11 (ore 10.00-12.00 e 14.00-16.00). All'indirizzo email ukraine@sem.admin.ch possono inoltre essere inviate richieste scritte.

A partire sabato 12 marzo sarà disponibile anche una hotline cantonale per rispondere alle domande della popolazione ticinese in merito al nuovo statuto di protezione S e, più in generale, ad aspetti relativi all’accoglienza delle persone in fuga dall'Ucraina. La hotline cantonale sarà raggiungibile al numero di telefono 0800 194 194 e sarà attiva tutti i giorni (ore 9.00-17.00).

Anche la Croce Rossa Ticino ha attivato dei servizi di sostegno per le famiglie ucraine.